Raccomandata digitale: da aprile si potrà ritirare scaricandola da internet

di Flavio Fabbri | @FabbriFlav2 |

Nexive, operatore postale privato in Italia, in collaborazione con tNotice, startup innovativa romana, si appresta a lanciare ad aprile la nuova raccomandata con giacenza digitale. Una novità destinata a rivoluzionare tempi e modalità del rapporto tra cittadini, aziende e pubblica amministrazione, in linea con gli obiettivi di semplificazione e diffusione della cultura digitale previsti dall’Agenda Digitale italiana e con le attuali riforme.

 

Il funzionamento sarà semplicissimo: in caso di assenza del destinatario, verrà lasciato un avviso di giacenza indicante sia un luogo fisico per il ritiro, sia un codice pin per accedere alla raccomandata via web. Il destinatario potrà autonomamente decidere se scaricare online la propria raccomandata, e in tal caso l’accesso al sito verrà tracciato confermandone la presa in carico, oppure se recuperare materialmente la busta presso il luogo di giacenza, come si fa già oggi.

 

L’arrivo in Italia di nuovi servizi per la raccomandata digitale è un segnale tangibile dei benefici che l’innovazione sta apportando nella vita quotidiana e nei nostri mercati”. È quanto ha dichiarato il Commissario Agcom Antonio Preto, a commento della notizia del lancio da parte di Nexive, in partnership con la startup tNotice, del nuovo servizio che permetterà da aprile di poter recuperare online le raccomandate.

Dal momento che, come ha dichiarato l’azienda, sarà garantita comunque la possibilità di ritirare la raccomandata presso i luoghi di giacenza, il nuovo servizio amplia le possibilità di scelta dei consumatori e ciò non può che essere interpretato positivamente”.

L’auspicio  – ha precisato il Commissario – è che questa iniziativa sia da apripista ad azioni simili da parte di operatori, già esistenti o nuovi,  ad investire in nuove tecnologie perché l’innovazione digitale è un’opportunità anche per i settori tradizionali, come quello postale”.

 

Ogni anno in Italia vengono spedite circa 180 milioni di raccomandate e ogni secondo 4 persone fanno la fila ad uno sportello per ritirarne una. Di queste, 54 milioni andranno in giacenza ed oltre la metà di queste, il 60%, non verrà mai ritirato. Abbiamo voluto semplificare la vita a cittadini e imprese intervenendo nel processo di ritiro delle raccomandate: è fondamentale accompagnare gli italiani in modo graduale verso la digitalizzazione a 360° e insieme a tNotice abbiamo sviluppato un servizio a misura di uomo per consentire a ciascuno di ritirare la raccomandata secondo la modalità più comoda, fisica o virtuale che sia”, ha spiegato Luca Palermo, Amministratore Delegato di Nexive.

 

La sicurezza è garantita in tutte le fasi del processo. Il codice pin, generato in automatico come per i servizi bancari, può essere utilizzato per un solo ritiro e si blocca al terzo tentativo di errore. La connessione sul web è protetta con crittografia di ultima generazione, l’accesso al sito richiede l’autenticazione tramite username e password o tramite SMS di verifica sul telefonino e l’avvenuto ritiro viene confermato dall’utente tramite l’apposizione di una firma elettronica avanzata, senza necessità di dispositivi extra. La tracciabilità della spedizione in formato elettronico e la consegna con firma elettronica consentono di attribuire al nuovo strumento lo stesso valore legale associato alla tradizionale raccomandata con ricevuta di ritorno.

 

“Collaborare con un pioniere come Nexive – che per primo ha introdotto in Italia la posta tracciata da satellite – è la giusta strada e siamo sicuri che anche il nuovo servizio di raccomandata con giacenza digitale saprà guidare l’evoluzione del settore postale. La sicurezza e la velocità del nuovo strumento ne decreteranno il successo e potranno rendere realmente più semplice accedere alle proprie raccomandate ovunque e in qualunque momento”, ha commentato Claudio Anastasio, Fondatore di tNotice. Innovare, per tNotice, è introdurre qualcosa che non solo si aggiunge a ciò che è già disponibile al mondo, ma che porti con sé la scintilla del cambiamento. Ora finalmente il cittadino, le aziende e la pubblica amministrazione potranno decidere, grazie alla capacità di Nexive di sostenere il ponte generazionale delle comunicazioni postali dall’analogico verso il digitale.”.

 

Il servizio, in fase di completamento nazionale in questi mesi, entrerà pienamente a regime ad Aprile.

 

© 2002-2019 Key4biz

Instant SSL