Gare

MePA. Energie Rinnovabili ed Efficienza Energetica: in tre mesi gare sul #MePA per 80 mln di euro

Oggi sono ancora aperte 30 Richieste di Offerta per oltre 4 milioni di euro al quale tutti i Fornitori Abilitati alle categorie del Bando “Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica” possono rispondere

di Riccardo Vecchiarelli, Porzio & Partners |
Rinnovabili

#MePA, è una rubrica settimanale promossa da Key4biz e Porzio & Partners.

Per consultare gli articoli precedenti, clicca qui.

L’estate ha riservato una grande opportunità sul MePA per le Imprese del settore efficienza energetica ed energie rinnovabili.

Il 28 maggio 2015, il Ministero dello Sviluppo Economico nell’ambito del Programma Operativo Interregionale Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico (POI Energia) ha pubblicato l’avviso Comuni per la Sostenibilità e l’Efficienza Energetica CSE 2015 che offre ai Comuni delle Regioni Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) un finanziamento per interventi di efficientamento energetico o produzione di energia rinnovabile.

 

L’avviso prevede che il finanziamento sia concesso ai soli Comuni che lo spendono tramite Richieste di Offerta (RdO) lanciate sul Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione.

 

Banner Tiesse

I dati dell’Osservatorio MePA di Porzio & Partners confermano la vastissima adesione all’iniziativa. Dal mese di giugno sono state già aggiudicate RdO per circa 70 milioni di euro, per la fornitura di impianti fotovoltaici, impianti solari termici, impianti a pompa di calore, interventi di relamping. La competizione interessa poco più di 1000 Imprese abilitate al bando MePA “Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica”.

grafo

Valore economico delle RdO aperte a tutti lanciate nel Bando MePA “Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica”

 

Come possono le imprese abilitate al MePA riuscire ad avere maggiori possibilità di essere invitate alle RdO lanciate dai Comuni?

Porzio & Partners fornisce consigli utili anche ad ogni altra impresa di qualsiasi settore merceologico.

Per scegliere le imprese da invitare ad una RdO, la normativa (D.Lgs. 163/2006 e D.P.R. 207/2010) prevede più alternative in applicazione dei principi di trasparenza, rotazione e parità di trattamento.

  1. Indagine di mercato svolta esternamente al MePA, per ottenere dalle Imprese una manifestazione di interesse a partecipare.

Per approfittare di questa opportunità è consigliabile verificare se gli Enti hanno pubblicato avvisi per chiedere ai Fornitori chi sia interessato ad essere invitato a una RdO sul MePA.

  1. Indagine di mercato svolta consultando i cataloghi del MePA, e scelta delle Imprese che hanno inserito nel catalogo offerte vantaggiose e congrue con l’oggetto dell’appalto

Alle Imprese consigliamo di inserire nel proprio catologo un’offerta competitiva avente ad oggetto le forniture più comunemente oggetto di appalti pubblici e per i quali abbiano interesse ad essere invitati alle RdO. L’obiettivo del catalogo in questo caso è dare visiblità all’Impresa nei settori di interesse affinché possa essere invitata alle RdO.

  1. “Area di interesse” dei Fornitori sul MePA

L’Area di interesse è una informazione che ogni Impresa può indicare liberamente sul MePA che è utilizzabile dagli Enti come criterio per scegliere chi invitare alle RdO. Alle Imprese raccomandiamo di verificare che essa includa tutte le regioni da cui sono bandite le RdO a cui si desidera essere invitati.

  1. Albo Fornitori, disciplinato da un apposito avviso

Il MePA non esclude la possibilità per gli Enti di istituire un proprio Albo Fornitori per selezionare le Imprese da invitare alle RdO sul MePA. E’ dunque consigliabile per una Impresa verificare se gli Enti di proprio interesse hanno istituito un proprio Albo Fornitori e procedere con la semplice iscrizione. Se l’Albo è ben fatto, non dovrebbe richiedere alle Imprese alcuna dichiarazione che sia stata già resa in fase di abilitazione al MePA.

  1. Richiesta di Offerta rivolta a tutte le Imprese.                           Questo caso limite prevede che l’Ente non inviti alcuna Impresa ma lasci che qualsiasi Impresa abilitata al bando MePA possa partecipare alla RdO. E’ una modalità semplice e idonea per questo tipo di appalto, laddove l’avviso prevedeva la RdO al prezzo più basso e la necessità che l’Impresa effettui un sopralluogo, ma è stata utilizzata solo nel 10% dei casi. In questo caso alle Imprese consigliamo di cercare questo tipo di RdO con attenzione nella propria area personale perché il MePA non invia alcun messaggio per segnalarne la presenza .

Oggi sono ancora aperte 30 Richieste di Offerta per oltre 4 milioni di Euro al quale tutti i Fornitori Abilitati alle categorie del Bando “Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica” possono rispondere.

Iniziative come questa possono riscuotere successo poiché le Imprese a cui si rivolge generalmente hanno sufficienti competenze tecniche e giuridiche per affrontare il MePA, e dunque il MePA non costituisce una barriera all’ingresso ma esclusivamente uno strumento di trasparenza ed efficienza, circostanza che non sempre si verifica per le altre merceologie.

L’iniziativa specifica ha avuto inoltre il pregio di spingere tutti gli stakeholders a gestire ed utilizzare il MePA nel modo più efficiente possibile. Va segnalato infatti che la stessa Consip è riuscita a ridurre il tempo necessario per abilitare una Impresa al bando “Fonti rinnovabili ed efficienza energetica” dai trenta giorni massimi dichiarati nei bandi fino anche ad un solo giorno. Se trenta giorni sono evidentemente troppi, perché una Impresa che vuole abilitarsi per partecipare ad una RdO aperta a tutti la troverebbe certamente scaduta, l’abilitazione in un giorno è la perfezione! Speriamo che questo diventi il nuovo standard per tutti i bandi del MePA.

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL