consigli

Sos Energia. In Italia l’energia ha un prezzo maggiore della media europea. Ecco come risparmiare

La costante crescita dei prezzi dell’energia si traduce in una forte necessità per gli utenti di individuare, con attenzione, le tariffe più vantaggiose attualmente disponibili sul mercato. Risparmiare è possibile ma richiede analisi attente delle offerte e delle dinamiche del mercato.

di Davide Raia |

Rubrica settimanale Sos Energia, frutto della collaborazione fra Key4biz e SosTariffe. Una guida per il consumatore con la comparazione dei prezzi dell’elettricità, del gas e dell’acqua. Per consultare tutti gli articoli, clicca qui.

Gli ultimi dati Eurostat evidenziano una generica diminuzione dei prezzi dell’energia elettrica in Europa tra il 2015 ed il 2016 con un calo medio del 2.3%. In media, 100 kWh costano agli utenti circa 20 Euro. L’aspetto positivo di questa notizia è però mitigato dal costo medio dell’energia elettrica in Italia. Nel nostro Paese, infatti, l’elettricità ha un costo decisamente maggiore rispetto alla media europea.

Per risparmiare, quindi, gli utenti non possono che valutare con estrema attenzione, utilizzando il comparatore di SosTariffe.it per energia elettrica, le tariffe disponibili sul mercato e scegliere l’opzione economicamente più vantaggiosa in relazione alle proprie esigenze ed alla distribuzione dei consumi lungo tutto l’arco della settimana.

In Italia, infatti, 100 kWh hanno un costo medio di 23 Euro, più del 10% rispetto alla media europea. L’energia elettrica ha un costo decisamente inferiore in Francia (17 Euro per ogni 100 kWh), in Austria (20 Euro per 100 kWh) e nel Regno Unito (18 Euro per ogni 100 kWh). Sotto alla media europea anche l’Olanda e tutti i paesi dell’est Europa dove l’elettricità ha un costo sensibilmente inferiore. In linea con i costi italiani, invece, sono Spagna, Portogallo e Irlanda.

Da notare che anche per quanto riguarda il gas naturale per uso domestico, il mercato italiano, con un costo medio di 8,3 Euro per ogni 100 kWh, si piazza ben al di sopra della media europea pari a 6,4 Euro ed in calo, rispetto al 2015, del 10.5%.

E’ importante sottolineare però che, nonostante il calo degli ultimi mesi, il costo dell’energia elettrica e del gas in Europa, come evidenziato da Eurostat, è in netta crescita negli ultimi 10 anni. I dati raccolti in questi mesi, infatti, evidenziano come, nonostante il calo registrato nel passaggio tra 2015 e 2016, l’energia elettrica costi, in media, il 23% in più rispetto al 2008. Il gas naturale, invece, ha un costo medio superiore del 26%.

La costante crescita dei prezzi dell’energia si traduce in una forte necessità per gli utenti di individuare, con attenzione, le tariffe più vantaggiose attualmente disponibili sul mercato. Risparmiare è possibile ma richiede analisi attente delle offerte e delle dinamiche del mercato.

© 2002-2017 Key4biz