telefonia low cost

Iliad, come saranno i negozi (solo a gestione diretta)

Iliad sta cercando e selezionando spazi per i futuri negozi in Italia solo monomarca. Non decolla l’ipotesi del franchising. E dove saranno installati i distributori automatici di Sim?

di Luigi Garofalo | @LuigiGarofalo |

Iliad cerca ‘casa’ in Italia. L’operatore, che sta preparando l’ingresso nel mercato della telefonia mobile nel nostro Paese con un’offerta low cost, ha da poco tra le sue fila la persona che si occupa di Real Estate e sviluppo immobiliare, così come il Distribution Manager, “Quest’ultimo possiamo anticipare proveniente da Vodafone”, scrive Universo free, il primo newsblog italiano dedicato a Iliad.

Dunque, la società sta cercando e selezionando spazi per i futuri negozi, che saranno solo a gestione diretta con personale aziendale. Non decolla l’ipotesi del franchising. Negozi monomarca, come in Francia, e una rete capillare di distributori automatici di Sim. Ma dove saranno installati?

 Sicuramente nei negozi Auchan, di proprietà francese, e ancora non si sa se i distributori automatici di Sim saranno presenti anche in altri luoghi, per esempio tabaccherie, librerie, stazioni e altri spazi pubblici.

Come funzionano i distributori automatici di Sim?

In Francia ci sono oltre 1.600 distributori, numero raggiunto in meno di due anni dal lancio. Hanno uno schermo touch grazie al quale è possibile l’attivazione di una nuova SIM (nuovo numero o richiesta di portabilità da altro gestore) e scegliere il piano tariffario preferito. Come si fa? Si inserisce un indirizzo email valido (non è richiesto alcun documento) e si effettua il pagamento con carta di credito. Si procede poi al semplice ritiro della SIM (disponibile in triplo taglio), il tutto in soli 3 minuti.

L’identificazione avviene tramite la carta di credito utilizzata per il pagamento. Il distributore emette poi uno speciale “scontrino” in cui sono presenti informazioni utili:

  • il numero di telefono assegnato alla SIM;
  • i dati per l’accesso all’area clienti online;
  • i contatti del Servizio Clienti.

La SIM viene consegnata già attiva e quindi subito utilizzabile, sia si tratti di un nuovo numero che di una portabilità da altro gestore (in quest’ultimo caso, il cliente potrà utilizzare il numero provvisorio assegnato alla SIM fino a completamento della procedura di portabilità).

 

Problema identificazione in Italia

Resta da capire in che modo Iliad ha pensato di risolvere il problema dell’identificazione del cliente che vuole acquistare la Sim al distributore. In Italia per l’attivazione di una Sim bisogna concludere la transazione nel negozio, presentando un documento d’identità valido come carta d’identità, passaporto, patente in formato cartaceo, porto d’armi e tessere degli ufficiali (questi, ad esempio, i requisiti per l’acquisto di una Tim Card nei negozi Tim).

Infine è ancora top secret sia l’offerta di lancio sia la data esatta dell’arrivo sul mercato italiano della telefonia mobile. Nel frattempo prosegue la pianificazione della rete proprietaria di Iliad nelle varie città e regioni italiane.

 

Per approfondire:

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL