Roma, 10 luglio 2018

Pirateria audiovisiva in Italia, indagine FAPAV/Ipsos: videointervista a Franco Siddi, Presidente Confindustria Radio Tv

di Flavio Fabbri | @FabbriFlav2 |

Videointervista a Franco Siddi, Presidente Confindustria Radio Tv, in occasione della presentazione della seconda edizione del Rapporto annuale sulla pirateria audiovisiva in Italia, relativo al 2017 e realizzato dalla FAPAV, Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali, assieme all’istituto di ricerca IPSOS, dal titolo “Industria, consumi culturali e comportamenti illeciti”.

 

Due utenti di internet su tre hanno guardato illegalmente contenuti audiovisivi durante l’anno passato. Il 37% della popolazione italiana ha piratato almeno una volta un contenuto nel corso del 2017, secondo quanto emerso dall’indagine FAPAV/Ipsos, cioè il 70% degli utenti internet nel nostro Paese. Nel complesso, l’impatto combinato della pirateria di film e serie tv si stima in circa 110 milioni di fruizioni perse nel 2017, pari ad un danno finanziario complessivo per l’industria audiovisiva di circa 617 milioni di euro l’anno, con una perdita di PIL stimata attorno ai 369 milioni di euro e il taglio di circa 5.700 posti di lavoro.

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL