MICROTRANSAZIONI

Electronic Arts sotto indagine in Belgio?

Ancora in evoluzione la questione loot box.

di Redazione Eurogamer.it | @Eurogamer_it |
Electronic Arts - logo

Electronic Arts potrebbe presto combattere un’aspra battaglia legale in Belgio.

Nonostante la rimozione delle loot box da Star Wars: Battlefront 2, Electronic Arts ha infatti mantenuto il sistema in FIFA 18 e 19.

 

La pratica, dichiarata dalla Belgian Gaming Commission come gioco d’azzardo, ha portato alla limitazione della vendita di ricompense virtuali in Beglio. EA ha scelto di comunicare le percentuali legate alle loot box, ma ignorato l’ingiunzione di rimuovere del tutto i pacchetti di figurine virtuali. Come precisato dalle testate Nieuwsblad e Metro, ciò costituisce reato.

 

La questione resta spinosa, vista anche la prossima uscita di giochi come Artifact di Valve che permetteranno ai giocatori di scambiare le carte sul marketplace di Steam, una sfumatura che le autorità non mancheranno sicuramente di esaminare. Per ora, EA è l’unico publisher che non ha ritirato gli oggetti virtuali indicati dalle autorità belghe e il proseguimento della vicenda potrebbe contribuire a definire meglio i limiti entro cui i publisher potranno muoversi in futuro.

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL