Digitale e potere collettivo

Da Marco Biagi a Industry 4.0

a cura di Flavio Fabbri | @FabbriFlav2 |

digitale-e-potereDi Raffaele Bonanni e Giuseppe Sabella

Prefazione di Vittorio Feltri

Cantagalli editore

pubblicato: dicembre 2016

pagine: 144

ISBN: 9788868794101

Prezzo: € 15,00

 

La riforma di cui questo paese ha davvero bisogno è quella digitale. Solo infrastrutturando il paese con banda ultralarga e digitale nelle scuole e nei servizi, l’Italia tornerà a correre. La nostra democrazia ha tuttavia bisogno di ritrovare i suoi equilibri, alterati da un ventennio anomalo e da una profonda crisi economico-sociale che, in ultima istanza, è crisi di spirito, di cultura.

 

Oggi la politica – per quanto capace di fare scelte intelligenti – è sempre più lontana dalle persone. È di fondamentale importanza ridurre questo distacco e le forze politiche e sociali – per quanto bisognose di rinnovamento – hanno un compito importante davanti a loro, che è quello di riaffermare ciò che Tocqueville chiamava “il potere collettivo degli individui”.

In questo senso, questa è la vera riforma di cui l’Italia ha bisogno, oltre al digitale. E, solo allora, avremo una nuova Costituzione.

 

Raffaele Bonanni, è un sindacalista italiano, dal 2006 segretario generale della CISL, confermato nel 2009 e nel 2013; si dimette il 24 settembre del 2014.

 

Giuseppe Sabella, è direttore esecutivo di Think-in, think tank specializzato in economia e mercato del lavoro. Laureato in Filosofia presso l’Università degli Studi di Milano, è research fellow della Donald Lynch Foundation (North Carolina, USA) e membro del board del Property Watch Project che promuove il diritto alla proprietà privata in Guatemala e nei paesi del Terzo Mondo. Collabora con diverse testate, tra cui Il Sole 24Ore.

© 2002-2017 Key4biz

Instant SSL