tech trend 2018

Dal 5G alla realtà aumentata. Le 7 tecnologie da tenere d’occhio nel 2018

5G, assistenti digitali, realtà aumentata e sicurezza biometrica. Queste e altre tecnologie che vale la pena di tenere d'occhio nel 2018.

di Redazione | @Key4biz |

Come crescerà il comparto hi-tech? Ecco le tecnologie che più di ogni altra come potranno cambiare le abitudini dell’uomo nel nuovo anno?

 

5G

Le reti 5G sono la nuova generazione della connettività mobile e promettono performance di velocità superiori e connessioni più affidabili su smartphone e altri device in rete, con velocità media di download nell’ordine di 1 Gbps, a fronte di una latenza inferiore a 10 ms.

Tiesse, innovazione made in Italy

 

Il 5G dovrebbe arrivare nel 2020 con il lancio ufficiale delle reti a livello globale, ma nel frattempo uno dei principali primi test 5G arriva a febbraio ai Giochi Olimpici Invernali di Pyeongchang in Corea del Sud ed inoltre quest’anno nel 2018 negli Stati Uniti dovrebbero partire le prime sperimentazioni.

 

Quando questa tecnologia arriverà, influenzerà qualsiasi cosa, dalle auto senza conducente all’IoT (Internet delle cose) alla realtà virtuale e alla operazioni mediche da remoto.

 

Assistenti digitali

Come si evolveranno gli assistenti digitali? Gli esperti dicono che saranno sempre più intelligenti, in grado di effettuare una vera conversazione con gli esseri umani.

 

In una recente intervista, Michael Bjorn, capo della ricerca di Ericsson, ha affermato che ben presto useremo il linguaggio del corpo, l’intonazione e i gesti per interagire con la tecnologia, proprio come facciamo con le persone.

 

I consumatori accolgono sempre con maggiore frequenza gli assistenti digitali ed entro due anni il 75% delle famiglie avrà un assistente digitale nelle loro case. Il riconoscimento vocale sta modificando anche le abitudini di tutti i giorni: quando facciamo ricerche sul nostro smartphone spesso utilizziamo direttamente la nostra voce ponendo domande come se ci stessimo rivolgendo ad un reale assistente e non ad un’intelligenza artificiale.

 

Nel frattempo, mentre aspettiamo l’arrivo nei mercati mondiali gli altoparlanti intelligenti a comando vocale come l’HomePod  di Apple, o il diffusore intelligente di Samsung, Gartner prevede che il mercato degli altoparlanti con supporto vocale raggiungerà 2,1 miliardi di dollari entro il 2020, rispetto ai 360 milioni di dollari del 2015.

 

Realtà aumentata

Mentre l’interesse dei consumatori per la realtà virtuale sembra essere diminuito in una certa misura, per la realtà aumentata  invece le cose potrebbero andare diversamente nel 2018. Dopo la Pokemon mania scaturita dall’uscita di Pokemon Go nel 2016, tante aziende stanno effettuando grossi investimenti in questo settore.

In ambito tech, Google sfida Apple col suo ARKit e lancia la piattaforma ARCore con il kit per app che sovrappongono oggetti virtuali negli ambienti reali.

 

In ambito automotive, Ford ha annunciato che utilizzerà il visore HoloLens nella progettazione dei veicoli creando modelli virtuali in scala e per migliorare la collaborazione a distanza dei vari team di lavoro.

Nel periodo 2017-2021 gli analisti prevedono un tasso di incremento medio annuo del 98,8 %. Inoltre si prevedono nel 2018 oltre 950 milioni di dollari in investimenti per soluzioni aziendali in ambito di training e manutenzione.

 

Robot

Attualmente, gli unici robot presenti nelle nostre case sono giocattoli o aspirapolveri. Ma nel 2018 potrebbero cambiare le carte in tavola, aspettando l’uscita della nuova generazione di robot domestici definiti robot “sociali”  tipo Kuri dalla Mayfield Robotics, Buddy from Blue Frog Robotics and Jilbo dalla Jilbo Company. Questi robot sociali potrebbero scattare foto di famiglia, leggere storie ai bambini e ricordare alle nonne di tutto il mondo di prendere le medicine.

 

Il cloud

Negli ultimi anni l’ascesa del cloud computing ha avuto in impatto profondo sulle società. I settori più attivi nella cloudification sono il manifatturiero, le banche, telco e media, che fruiscono dei vantaggi del cloud utilizzando i servizi di gestione dell’advertising e delle infrastrutture, per esempio, per lo streaming video per supportare picchi di attività.

 

Il mondo delle infrastrutture ha beneficiato dell’effetto del Cloud con il 58% delle aziende che lo utilizza in ambienti di produzione, il 61% delle imprese ha scelto di sperimentare ambienti IaaS per lo sviluppo e per il test, il 53% è invece orientata a soluzioni di backup. Nel caso del SaaS, le soluzioni sono utilizzate per allargare il supporto informativo nell’86% dei casi, ma anche per sfruttare singole potenzialità innovative.

 

Nell’era digitale, dunque, usufruire di servizi cloud nel 2018 diventa indispensabile per tutte quelle aziende che si trovano a gestire un gran numero di dati e informazioni.

 

Sicurezza Biometrica

Nel 2017 Apple è stata la prima azienda al mondo a introdurre il riconoscimento facciale nel nuovo Iphone X. Questo metodo di autenticazione, infatti, sarà sempre più utilizzato per sbloccare apparecchi elettronici tra cui smartphone e tablet. Si tratta di un procedimento biometrico che analizza i tratti somatici del viso della persona grazie ad algoritmi che identificano le posizioni di naso, bocca, la distanza tra gli occhi e così via.

 

Non sappiamo se da adesso in poi tutti i dispositivi che usciranno dall’azienda di Palo Alto saranno dotati di questa tecnologia, ma di sicuro questo ha aperto le porte allo sviluppo nel settore, in quanto viene considerato dagli esperti di cybersecurity affidabile e sicuro, tanto che si stima sostituirà quasi definitivamente il lettore per le impronte digitali.

 

Articolo tratto dall’eBook di key4biz’ I Tech trend 2018‘. Per scaricare l’eBook clicca qui.

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL