debutto

Cosa Compro. Xiaomi presenta il Mi 8, anche nella versione Explorer e SE

Il nuovo Mi 8 presenta un design minimal, cornici appena accennate e la presenza del notch in stile iPhone X: una caratteristica, quest’ultima, che ha scatenato qualche polemica verso l’azienda cinese.

di Silvio Spina |

Rubrica settimanale Cosa Compro, frutto della collaborazione fra Key4biz e SosTariffe. Un servizio al consumatore: qualità, virtù e difetti dei prodotti hitech di uso quotidiano. Per consultare tutti gli articoli clicca qui.

Durante un evento tenutosi a Shenzhen poche ore fa il gruppo Xiaomi ha presentato ufficialmente l’attesissimo Mi 8, sia nella versione standard che nelle varianti SE e Explorer. Uno smartphone di cui si era discusso molto tra rumors e indiscrezioni e che adesso è pronto per l’arrivo sul mercato (dapprima in quello di casa, successivamente anche oltre confine).

 

Un design minimal, cornici appena accennate e la presenza del notch in stile iPhone X: una caratteristica, quest’ultima, che ha scatenato qualche polemica verso l’azienda ma che viene giustificata dal punto di vista tecnico con la presenza di sistemi di riconoscimento facciale e altre tecnologie della fotocamera particolarmente avanzati. Insomma, non un mero “copia-incolla” del concorrente di Cupertino: del resto, come abbiamo visto in questi mesi, anche altre aziende hanno deciso di adottare questo stile per i propri terminali.

 

Xiaomi Mi 8: caratteristiche

 

Ma andiamo ora alla vera e propria scheda tecnica di questo nuovo Xiaomi Mi 8:

 

  • supporto per le reti LTE (dual sim, utile per sfruttare le offerte smartphone di due differenti operatori contemporaneamente), connettività Wifi, Bluetooth, NFC, GPS/GLONASS (con un nuovo sistema di frequenza che permette di rendere ancora più preciso il segnale) e connettore USB Type-C. Come il predecessore non è dotato di jack per le cuffie;

 

  • display Super AMOLED da 6,21 pollici, con una risoluzione FHD+ (quindi 1080 x 2248 pixel), in un formato attorno ai 18:9;

 

  • doppia fotocamera posteriore da 12 Megapixel, con sensore Sony, autofocus, stabilizzatore a 4 assi e flash a LED;

 

  • fotocamera frontale da 20 Megapixel, con apertura ƒ/2.0. Possibilità di effettuare scatti in stile ritratto e una vasta gamma di opzioni per l’editing foto e video. Il modulo frontale permette anche di utilizzare il sistema di riconoscimento facciale per sbloccare il telefono;

 

  • sensore di impronte digitali integrato sullo schermo;

 

  • memoria interna da 64, 128 o 256 GB, a seconda della variante;

 

  • RAM da 6 GB;

 

  • processore Qualcomm Snapdragon 845 e GPU Adreno 630;

 

  • Speaker esterno frontale;

 

  • sistema operativo Android 8.1 Oreo con interfaccia proprietaria MIUI;

 

  • batteria da 3400 mAh.

 

Insomma, il Xiaomi Mi 8 apporta diverse novità rispetto al suo predecessore diretto, alcune già viste sul mercato, come il riconoscimento facciale, altre più particolari, come ad esempio il sensore di impronte sotto lo schermo, una feature ipotizzata anche nella fase di progettazione dell’iPhone X. Sarà una tecnologia matura? Attendiamo di avere i primi feedback non appena il Mi 8 arriverà sul mercato per capire a che livello sia il suo funzionamento.

 

 

Xiaomi Mi 8 Explorer: la versione potenziata

 

Xiaomi Mi 8, come abbiamo anticipato in precedenza, arriva in altre due versioni. Il Mi 8 Explorer è un Mi8 che potremo definire “potenziato”, grazie alla presenza di 8 GB di RAM e di una memoria interna da 256 GB. Ma la caratteristica più interessante di questo prodotto è sicuramente la presenza del Face ID, con un riconoscimento 3D del volto, praticamente come l’iPhone X. Grazie a questa funzionalità sarà possibile non solo sfruttare il sistema di sblocco del telefono, ma anche accedere ad app specifiche, come ad esempio le emoticon animate. Esteticamente l’Explorer si differenzia leggermente dal Mi 8 tradizionale, con la presenza di una scocca “trasparente” (in realtà è solo un effetto della scocca) sul retro.

 

Xiaomi Mi 8 SE: la variante più economica

 

Xiaomi Mi 8 SE, invece, lo possiamo considerare il fratello minore dei tre: le dimensioni sono più contenute (lo schermo AMOLED non supera i 5,90 pollici), anche se a livello estetico troviamo lo stile e le linee dei Mi 8. Questo modello è “minore” anche dal punto di vista delle specifiche: ad esempio la doppia fotocamera posteriore è meno risoluta (abbiamo due moduli rispettivamente da 12 e 5 Megapixel), mentre il processore è il Qualcomm Snapdragon 710. Si tratta del primo smartphone ad avere un chipset di questo tipo: le prestazioni annunciate sono comunque buone, perfette per la fascia di mercato a cui si rivolge il Mi 8 SE.

 

Data di lancio e prezzi

 

Il nuovo Xiaomi Mi 8 esordirà sul mercato cinese a partire dal 5 giugno mentre non abbiamo ancora informazioni chiare su quando potrà essere acquistato anche in Occidente e con quali modalità. I prezzi proposti saranno i seguenti:

 

  • Xiaomi Mi 8 64 GB: 2699 yuan (poco più di 360 euro al cambio attuale);

 

  • Xiaomi Mi 8 128 GB: 2999 yuan (circa 400 euro);

 

  • Xiaomi Mi 8 256 GB: 2699 yuan (poco più di 440 euro);

 

  • Xiaomi Mi 8 Explorer: 3699 yuan (poco meno di 495 euro);

 

  • Xiaomi Mi 8 SE: 1799 yuan (poco più di 240).

 

Le colorazioni disponibili sono quella nera, blu, oro e bianca.

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL