telefono d'assalto

Cosa Compro. Xiaomi lancia Pocophone F1, potenza da top di gamma ad un prezzo killer

Tra i dispositivi più chiacchierati di questo periodo troviamo il Pocophone F1 (o semplicemente Poco F1), il primo prodotto realizzato dal sotto marchio di Xiaomi, quest’ultima già nota per il suo ventaglio ricco di terminali dall’ottimo rapporto caratteristiche-prezzo.

di Silvio Spina |

Rubrica settimanale Cosa Compro, frutto della collaborazione fra Key4biz e SosTariffe. Un servizio al consumatore: qualità, virtù e difetti dei prodotti hitech di uso quotidiano. Per consultare tutti gli articoli clicca qui.

Acquistare uno smartphone top di gamma, come saprete, sta diventando sempre più impegnativo: uno degli esempi più lampanti di questi giorni è il Samsung Galaxy Note 9, che anche nel nostro paese supera la fatidica soglia dei 1000 euro. A meno che non optiate per offerte cellulari con smartphone incluso degli operatori a condizioni agevolate, quindi, le cifre non sono certo alla portata di tutti.

 

Tuttavia il mercato della telefonia mobile è ormai ricco di possibilità, anche su fasce di prodotti che, sulla carta, potrebbero competere a testa alta con i terminali più blasonati: tra i dispositivi più chiacchierati di questo periodo troviamo il Pocophone F1 (o semplicemente Poco F1), il primo prodotto realizzato dal sotto marchio di Xiaomi, quest’ultima già nota per il suo ventaglio ricco di terminali dall’ottimo rapporto caratteristiche-prezzo.

 

Massima potenza

E il Pocofone F1 (che di poco, come vedremo, ha veramente poco, scusando i giri di parole) di potenza ne ha da vendere, a partire dal processore Qualcomm Snapdragon 845, da un sistema di raffreddamento a liquido per evitare surriscaldamenti e da una RAM che, a seconda della variante di memoria, arriva a 6 e addirittura a 8 GB. Dati che fanno quasi sorridere, tenendo conto che questi sono numeri più comuni per un computer che per uno smartphone.

 

Banner Tiesse

Display Full HD+ e il solito notch

Ma il dispositivo non offre solo potenza bruta, come la scheda tecnica dimostra: la prima cosa che salta all’occhio quando lo si guarda è senza dubbio l’ampio display IPS LCD da 6,18 pollici, con una risoluzione Full HD+ (arrivando quindi a 1080 x 2246 pixel), molto luminoso e con una resa ottima anche sotto la luce del sole. Unica nota stonata, a nostro avviso, è la continua rincorsa alla concorrenza (leggi “Apple”), comune ad altri marchi, per quanto riguarda il notch: un design che ricorda tanto, troppo l’iPhone X della Mela.

 

 

Connettività (quasi) al top

Nonostante ciò, il Pocophone F1 offre davvero tanto, anche in termini di connettività: un dual SIM (con la seconda sim utilizzabile in alternativa nello slot di memoria) con supporto per le reti LTE, Wi-fi dual band, Bluetooth 5.0, A-GPS e GLONASS, BDS, DLNA e USB Type-C. Pare non essere presente, invece, l’NFC, mentre il jack audio rimane, per la gioia degli utenti più “audiofili”. Dovrebbe essere presente anche la radio FM, ormai un’eccezione.

 

Fotocamera doppia e selfie camera da 20 Megapixel con riconoscimento facciale

Tra le altre features di questo dispositivo segnaliamo la doppia fotocamera posteriore, con sensori da 12 Megapixel (ƒ/1.9) e 5 Megapixel (ƒ/2.0), doppio LED flash, zoom digitale e possibilità di registrare video in 4K a 30fps e in Full HD fino a ben 240 fps (slow motion). Ottima anche la fotocamera frontale, da ben 20 Megapixel, con sistema di riconoscimento facciale (è comunque presente anche il sensore di impronte digitali, posto sul retro). Ovviamente il software della fotocamera è integrato con la cosiddetta “intelligenza artificiale”, in modo tale da favorire automaticamente la miglior soluzione durante ogni situazione.

 

 

Alta autonomia e altre caratteristiche

Il Pocofone F1, inoltre, offre un’autonomia importante (si parla addirittura di oltre 8 ore continue  di gaming), grazie alla batteria di 4000 mAh, con la possibilità di caricare rapidamente (supporta la tecnologia Quick Charge 3.0). Il sistema operativo è Android Oreo 8.1, personalizzato con l’interfaccia proprietaria MIUI.

 

Ricordiamo, infine, la presenza di due altoparlanti stereo, della scocca in Kevlar (forse meno elegante del metallo, ma decisamente più economica e resistente) e dello slot per microSD fino a 256 GB di capacità massima.

 

Prezzi “stracciati” in India, ottimi in Europa

 

Il Poco F1 sta per esordire in India a prezzi particolarmente aggressivi: poco più di 260 euro nella versione con 64 GB e 6 GB di RAM, mentre la variante con 8 GB di RAM e 128 GB sfiora i 300 euro. C’è anche una terza versione, sempre con 8 GB di memoria volatile e ben 256 GB di storage interno, che supera di poco i 370 euro. A seguito della presentazione a Parigi del dispositivo di qualche giorno fa conosciamo finalmente anche il prezzo per l’Europa: il Poco F1 avrà un costo di 329 euro per la versione da 64 GB e 399 euro per la release da 128 GB.

 

Per ora non si hanno informazioni circa la commercializzazione del modello con 8 GB di RAM e 256 GB di archiviazione interna nei nostri mercati. Si tratta di cifre ovviamente più alte rispetto al mercato indiano, ma comunque davvero molto interessanti, tenendo conto del comparto tecnico di questo terminale. Dovrebbe essere già disponibile a partire da questa settimana, sia sullo store online dell’azienda, sia su altri canali commerciali di elettronica, sia fisici che su Internet.

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL