schermo da 4,6 pollici

Cosa Compro. Sony Xperia XZ1 Compact, l’unico top di gamma Android sotto i 5 pollici

Il Sony Xperia XZ1 Compact è uno smartphone perfetto? Ovviamente, come tutti i prodotti in commercio, anch’esso ha dei punti di debolezza, ma è ampiamente promosso ed è davvero un gioiello di tecnologia.

di Silvio Spina |

Rubrica settimanale Cosa Compro, frutto della collaborazione fra Key4biz e SosTariffe. Un servizio al consumatore: qualità, virtù e difetti dei prodotti hitech di uso quotidiano. Per consultare tutti gli articoli clicca qui.

Quando si parla di smartphone, siamo ormai abituati a vederli come dei terminali ad ampio schermo, quasi una via di mezzo tra telefoni touchscreen di prima generazione e tablet, tenendo soprattutto conto delle diagonali di schermo che ormai superano ampiamente i 5 pollici, soprattutto nella fascia premium. Anche nelle tariffe cellulari con smartphone incluso dei principali operatori abbiamo pochissima scelta tra i terminali dalle dimensioni più umane, e quasi sempre nella fascia più economica. Se nel mondo iOS l’iPhone SE di Apple è l’unica alternativa di questo tipo, su Android il vero compatto premium è ancora una volta un prodotto di casa Sony, l’XZ1 Compact, in arrivo questo mese anche sul mercato italiano.

 

Design

 

Anche quest’anno la casa produttrice nipponica ha puntato su un dispositivo da 4,6 pollici, dalle dimensioni e dallo stile quasi identico all’X Compact dello scorso anno, ma con una maggiore attenzione ai materiali della scocca, decisamente più resistenti e dall’effetto satinato. C’è chi critica la scelta di Sony di puntare ancora una volta al design iconico, con cornici ampie e uno spessore più pronunciato rispetto ai trend attuali di mercato, ma tenere in mano il dispositivo e riuscire ad utilizzarlo con semplicità senza dover costringere il pollice a stretching impossibili è quasi una liberazione (ovviamente per gli amanti dei terminali più compatti).

Display

 

Banner Tiesse

Il Sony XZ1 Compact monta anche quest’anno un display “solo” HD con diagonale da 4,6 pollici: usiamo le virgolette perché in queste dimensioni una risoluzione di questo genere è più che soddisfacente e l’estrema qualità del pannello offre un’esperienza visiva e di utilizzo di altissimo livello, al pari dei top di gamma più blasonati.

 

 

Connettività e reti

 

Anche sul versante connettività e supporto reti lo smartphone offre il massimo: supporto reti LTE Cat.15 fino a 800 Mbps in download, Wi-Fi Miracast, DLNA, Bluetooth 5.0, NFC, Google Cast, GPS/A-GPS/GLONASS e un connettore USB Type-C.

 

Fotocamere

 

Il Sony XZ1 Compact condivide lo stesso modulo fotografico principale del fratello maggiore XZ1: 19 Megapixel con obiettivo grandangolare G Lens ƒ/2.0, completa di flash, zoom digitale 8x, messa a fuoco predittiva, registrazione video fino al 4K, stabilizzatore ibrido SteadyShot a 5 assi. Una chicca interessante è la possibilità di catturare video in super slow motion a 960 fps. È stato implementato, inoltre, un sistema per la rilevazione 3D di volti e oggetti, che trasforma il soggetto catturato in una sorta di modello con cui giocare grazie alla realtà aumentata o da utilizzare per la stampa a tre dimensioni.

 

La fotocamera da 8 Megapixel frontale offre un super grandangolo da 18 mm per effettuare degli scatti fino a 120 gradi. In generale le foto scattate dall’XZ1 Compact sono molto buone, soprattutto in situazioni con buona luminosità. Quando cala la luce la situazione cambia e l’obiettivo soffre, rendendo più difficoltoso l’uso dell’automatico: con la modalità manuale, invece, è possibile ottenere risultati interessanti anche in questi casi. Insomma, un modulo completo e impreziosito da un tasto fisico dedicato che farà la gioia degli appassionati di fotografia.

 

 

Memoria, RAM e processore

 

Il processore scelto per questo top compatto è l’ormai noto Qualcomm Snapdragon 835 che, in abbinamento ai 4 GB di RAM, offre delle prestazioni altissime in qualsiasi modalità di utilizzo, anche in quello più spinto. La memoria interna, di tipo UFS, ammonta a 32 GB, ed è possibile aumentarla tramite microSD esterne.

 

Autonomia e altre informazioni

 

L’autonomia è probabilmente uno dei punti di forza di questo terminale, che riesce addirittura a fare meglio del già ottimo predecessore X Compact: il modulo da 2700 mAh offre prestazioni eccezionali, facendo arrivare il telefono a fine giornata senza alcun problema. Con un uso normale si può arrivare anche ai 2 giorni. Il telefono supporta la ricarica Quick Charge 3.0.

 

Tra le altre caratteristiche segnaliamo il ritorno della certificazione IP65/IP68 (assente nello Xperia X Compact), il sensore di impronte digitali e l’altoparlante stereo (fortunatamente più potente del modello dello scorso anno). Il sistema operativo installato è Android nella versione 8.0 Oreo.

 

Prezzo e conclusioni

 

Insomma, il Sony Xperia XZ1 Compact è uno smartphone perfetto? Ovviamente, come tutti i prodotti in commercio, anch’esso ha dei punti di debolezza, a partire dal prezzo ufficiale, che sfiora i 600 euro (anche se in rete è già possibile trovarlo ad una cifra più ragionevole): certo, stiamo parlando di un top di gamma pur trattandosi di un terminale compatto, ma per un dispositivo con scocca in policarbonato, 32 GB di memoria interna (ormai molti top offrono i 64 GB allo stesso prezzo) e altre “piccolezze” non si giustifica appieno la scelta di Sony.

 

Il dispositivo perde qualcosa rispetto al passato, come la radio FM (disattivata di default, anche se compatibile con il chipset del terminale), ormai assente, purtroppo, su moltissimi terminali, ma guadagna tantissimo in potenza, autonomia e qualità multimediale, compresa quella fotografica e video. Il dispositivo è ampiamente promosso ed è davvero un gioiello di tecnologia.

 

Se state cercando uno smartphone Android compatto ma senza compromessi, quindi, il Sony XZ1 Compact è l’unica scelta possibile. Viene distribuito in quattro diverse colorazioni: White Silver, Horizon Blue, Nero e Twilight Pink.

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL