Recensioni

Cosa Compro. OnePlus 3: caratteristiche e prezzo del nuovo top di gamma cinese

C'è chi si chiede per quanto ancora vedremo terminali oltre i 500 euro tenendo conto di un mercato sempre più ricco di alternative come questa, buon prezzo e ottima fattura.

di Silvio Spina |

Rubrica settimanale Cosa Compro, frutto della collaborazione fra Key4biz e SosTariffe. Un servizio al consumatore: qualità, virtù e difetti dei prodotti hitech di uso quotidiano. Per consultare tutti gli articoli clicca qui.

E’ stato annunciato ufficialmente nei giorni scorsi il nuovo e attesissimo OnePlus 3, ultimo top di gamma dell’azienda cinese nata tre anni fa e nota fin dai suoi esordi per l’ottimo rapporto tra qualità e prezzo dei suoi prodotti. E questo nuovo dispositivo non è certo da meno, grazie ad un perfetto mix di eleganza, modernità e potenza tecnica.

 

Concentriamoci, quindi, sul OnePlus 3, sulle caratteristiche tecniche e sulle novità che vengono implementate rispetto al passato.


Design

 

Il prodotto offre fin dal primo contatto una sensazione “premium”, grazie ad una scocca unibody in alluminio anodizzato. Nonostante le dimensioni importanti, in linea con gli ultimi top di gamma in commercio, il OnePlus 3 resta comunque maneggevole e abbastanza leggero, grazie anche allo spessore contenuto (7,4 mm). Presente sotto il display anche un pulsante fisico Home realizzato in ceramica.

 

oneplus3-official-e1464172989128

 

Display

 

Lo schermo del terminale è un “Optic” AMOLED con diagonale da 5,5 pollici e risoluzione Full HD, con una densità di pixel di 401ppi. Non manca neppure la protezione Gorilla Glass 4 per renderlo maggiormente resistente a urti e graffi. Ha una buona oleofobicità ed è ben visibile in tutte le situazioni, anche sotto la luce del sole.

 

Reti e Connettività

 

Il telefono supporta senza problemi le reti LTE (per maggiori informazioni sulle tariffe 4G e sul resto delle offerte mobili in Italia vi consigliamo come sempre di utilizzare il comparatore di tariffe cellulari, servizio gratuito targato SosTariffe.it), il Wi-fi 802.11 a/b/g/n/ac, il Bluetooth 4.2, l’NFC, il GPS/A-GPS/GLONASS e il collegamento USB Type-C. E’ presente uno slot dual nano-SIM per utilizzare due differenti numeri telefonici.

 

Fotocamere

 

La fotocamera principale Sony da 16 Megapixel ha un’apertura ƒ/2.0, autofocus, zoom digitale, LED flash e funzioni per la videoregistrazione in 4K a 30fps. Può catturare, inoltre, video in slow motion in HD a 120fps. Da segnalare anche la presenza dello stabilizzatore ottico ed elettronico, dell’HDR, del Dynamic De-noise e del supporto per il formato RAW.

 

La fotocamera frontale è un sensore (anch’esso Sony) da 8 Megapixel con apertura ƒ/2.0, provvisto di funzione per l’autoselfie con il riconoscimento dei sorrisi e del supporto per il videorecording in Full HD (1080p a 30fps).

 

oneplus-3-games

 

Memoria

 

La memoria interna del OnePlus 3 è di ben 64 GB (UFS 2.0). Purtroppo non abbiamo lo slot per l’espansione ma c’è da dire che la disponibilità interna di questo prodotto è in grado di soddisfare gran parte delle esigenze dell’utenza senza stare troppo stretti, con il vantaggio di una maggiore stabilità e velocità date dalla memoria principale.

 

Processore e RAM

 

Il terminale monta un chipset Qualcomm Snapdragon 820, con processore quad-core Kryo (2 core a 2,2 Ghz e 2 a 1,6 Ghz) e GPU Adreno 530. Ma il dato impressionante è senza dubbio la RAM: su questo prodotto, infatti, si arriva addirittura a 6 GB, un valore davvero molto alto anche tenendo conto degli ultimi top di gamma annunciati quest’anno. Non abbiamo ancora informazioni precise sulle prestazioni ma immaginiamo siano molto buone, sia nell’uso quotidiano che in quello più particolare, come nei giochi o nella riproduzione video ad altissima qualità.

 

Sistema Operativo

 

Il sistema operativo del OnePlus 3 è OxygenOS, una versione di Android personalizzata dall’azienda stessa per offrire un’esperienza utente più particolare e interessante. Questa versione del software è basata su Marshmallow.

 

Batteria

 

La batteria da 3000 mAh è non rimovibile e, grazie alla funzione Dash Charge, garantisce una carica di oltre il 60% in circa mezz’ora di collegamento alla presa di corrente. Come spiega la stessa azienda sul sito ufficiale, “Dash Charge è il nuovo punto di riferimento tra le soluzioni di ricarica rapida. In soli 30 minuti ricarica oltre il 60% della batteria del tuo OnePlus 3, permettendoti la riproduzione per più di 7 ore di video in HD”. Non avrete problemi, quindi, ad arrivare a fine giornata, anche con un utilizzo intenso del terminale.

 

Altre caratteristiche

 

Tra le altre specifiche tecniche di questo dispositivo vi segnaliamo la presenza del sensore di impronte digitali (posto sul pulsante Home), del giroscopio, del barometro, del connettore jack da 3,5 mm, del LED di notifica RGB e dell’altoparlante mono.

 

 

Prezzo di vendita e data di lancio

 

Il OnePlus 3 viene venduto online ad un prezzo di 399 euro, con consegna gratuita e tempi di spedizione di 2 giorni in 31 Paesi e regioni. E’ possibile, inoltre, restituire il prodotto senza costi (vengono coperte anche le spese di riconsegna) entro 15 giorni qualora non siate pienamente soddisfatti.

 

L’unica colorazione disponibile, almeno per ora, è la Graphite, ma dovrebbe essere rilasciata anche una variante Soft Gold (anche se non sappiamo se quest’ultima verrà effettivamente commercializzata sul mercato europeo).

 

Il OnePlus 3, quindi, ha tutte le carte in regola per diventare uno dei prodotti più richiesti sul mercato: un’ottima scheda tecnica, un ottimo design e soprattutto un ottimo prezzo se confrontato ai top di gamma più blasonati.

 

C’è chi si chiede per quanto ancora vedremo terminali oltre i 500 euro tenendo conto di un mercato sempre più ricco di alternative come queste e con prezzi in picchiata nonostante l’ottima fattura tecnica e costruttiva: è difficile poter dare una risposta precisa in merito, ma è certo che di terminali come il OnePlus 3 ne vedremo sempre di più in commercio e metteranno in difficoltà le grandi società a livello mondiale. Sarà un bene o un male? Avrà delle ripercussioni importanti sull’economia e sul mercato del lavoro? Solo il tempo potrà darci una risposta a tutto questo.

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL