L'acquisizione

Cloud, IBM finalizza l’acquisto di Red Hat ed è pronta a sfidare Amazon

di |

Si è concluso il processo di acquisizione di Red Hat da parte di IBM per 34 miliardi di dollari. Insieme le società offriranno una piattaforma ibrida multicloud di nuova generazione basata su tecnologie open source, come Linux e Kubernetes.

IBM ha annunciato oggi di aver chiuso l’acquisizione per 34 miliardi di dollari della società di software Red Hat Inc mettendo a segno la più grande acquisizione della società nei suoi oltre 100 anni di storia.

La società, che aveva preannunciato l’acquisizione lo scorso ottobre, ha ottenuto l’approvazione per l’acquisto da parte delle autorità di regolamentazione dell’UE a fine giugno e dai regolatori statunitensi a maggio di quest’anno.

IBM acquisisce tutte le azioni ordinarie emesse e in circolazione di Red Hat per 190 dollari per azione, rappresentando un valore patrimoniale complessivo di circa 34 miliardi di dollari.

Red Hat

Fondata nel 1993, Red Hat è specializzata in sistemi operativi Linux, il più popolare software open source.

Secondo quanto riporta il comunicato congiunto, l’azienda continuerà a essere guidata da Jim Whitehurst e dal suo attuale team di gestione e manterrà la sede centrale a Raleigh, nella Carolina del Nord. Whitehurst si unisce al senior management team di IBM, riferendosi a Ginni Rometty.

Red Hat opererà come un’unità distinta all’interno di IBM e farà parte del segmento IBM del software cloud e cognitive.

Il cloud

Questa acquisizione ridefinisce il mercato del cloud per le aziende. Le tecnologie open hybrid cloud di Red Hat sono ora abbinate alle competenze industriali di IBM e alla leadership delle vendite in oltre 175 paesi.

Insieme, IBM e Red Hat offriranno una piattaforma ibrida multicloud di nuova generazione basata su tecnologie open source, come Linux e Kubernetes.

IBM ha dichiarato che Red Hat continuerà “a costruire ed espandere le sue partnership, comprese quelle con i principali fornitori di cloud, come Amazon Web Services, Microsoft Azure, Google Cloud e Alibaba“.

Dal 2013, le entrate cloud di IBM in percentuale delle entrate totali sono cresciute da sei volte al 25 percento. Nei 12 mesi fino al primo trimestre del 2019, le entrate cloud hanno superato i 19 miliardi di dollari.