Carboni (AlternatYva.it): ‘Bene Piano banda larga, ma non si trascuri il ruolo dei piccoli Provider’

di Flavio Fabbri | @FabbriFlav2 |

“In attesa dei provvedimenti attuativi (del decreto Sblocca Italia ndr) siamo pronti a portare la fibra nelle aree in digital divide, usando tutta l’esperienza che abbiamo maturato da anni con la tecnologia wireless”. Lo ha detto oggi a margine del convegno AIIP Marco Carboni, amministratore delegato di Alternatyva.it, operatore tlc associato AIIP attivo prevalentemente con infrastrutture wireless  sul territorio laziale, che ha intrapreso l’infrastrutturazione in fibra ottica di alcune aree molto popolate della regione, che non sono coperte nemmeno con l’ADSL.

 

“Siamo fieri di essere stati pionieri nel Lazio per la risoluzione del divario digitale in molte aree depresse del nostro territorio  – dice Carboni – ed ora pensiamo che tutta l’energia investita e tutta l’esperienza accumulata possa essere il volano giusto per far partire gli investimenti in fibra ottica nelle stesse aree che già conosciamo per averle coperte con il wireless, e su cui pensiamo di poter arrivare prima degli altri con la fibra ottica, e di poter offrire servizi avanzati di connettività”.

 

“Per queste ragioni apprezziamo molto il piano del Governo Renzi, presentato oggi al convegno AIIP, dal Sottosegretario Antonello Giacomelli a cui ricordiamo che la nostra specificità di piccoli operatori ci consente un’agilità diversa rispetto ai giganti di Internet che hanno dimostrato di faticare ad individuare un business in certe zone disagiate del nostro Paese – ha proseguito Carboni – Per questo – anche in consderazione del parere emesso dall’Autorità Antitrust che vuole precludere agli operatori verticalmente integrati l’accesso a risorse pubbliche – crediamo e speriamo che anche ad AlternatYva sia data l’opporutnità di impegnarsi e di investire anche partecipando all’assegnazione delle risorse che il Governo ha individuato nella Strategia per la banda ultralarga”.

 

© 2002-2019 Key4biz

Instant SSL