i dati

Allianz Italia, crescita dei premi del +7,2% nel 2017

La crescita nonostante le difficili condizioni di mercato, è stata sostenuta principalmente da uno sviluppo molto positivo del comparto Vita (+11,4% anno su anno) e da un recupero dei Rami Danni (-2,0%).

di Redazione | @Key4biz |

Nei primi 9 mesi del 2017, Allianz Italia, la Compagnia guidata da Klaus-Peter Roehler, ha registrato una crescita dei premi del +7,2%, superando gli 11 miliardi di euro. La crescita, nonostante le difficili condizioni di mercato, è stata sostenuta principalmente da uno sviluppo molto positivo del comparto Vita (+11,4% anno su anno) e da un recupero dei Rami Danni (-2,0% anno su anno, con un miglioramento rispetto al -3,1% del primo trimestre del 2017 e pressoché in linea con il -1,9% relativo al primo semestre).

 

Allo stesso tempo, la profittabilità si è confermata ad un livello di eccellenza, con un utile operativo che ha raggiunto 990 milioni di euro (+13,0% rispetto ai primi 9 mesi dell’anno precedente), grazie ad un Combined Ratio dell’82,5%, in miglioramento di 3,8 punti percentuali rispetto ai primi 9 mesi del 2016. Anche il segmento Vita ha contribuito in modo importante, focalizzandosi sulla strategia di creazione di valore, raggiungendo una crescita del New Business Value del +32,8% nei primi 9 mesi del 2017 e un New Business mix di qualità, con un peso dell’89% delle polizze Unit-Linked sul totale del New Business (+13 punti percentuali sui corrispondenti 9 mesi del 2016). Dimensioni che confermano l’eccellenza tecnica di Allianz Italia, riconosciuta anche dal recente annuncio di S&P che ha attribuito ad Allianz Italia il rating “A”, in miglioramento da “A-”.

 

Allianz Italia si è affermata come operatore primario sul mercato italiano, che per il Gruppo Allianz rappresenta il secondo mercato assicurativo a livello globale in termini di premi (14,1 miliardi di euro nei rami Danni e Vita nel 2016), secondo solo alla Germania e superiore alla Francia. Il posizionamento di mercato nel 2016 di Allianz Italia parla da sé: prima per profittabilità nei rami Danni (fonte: Ania Infobila), prima per peso delle polizze Unit-Linked, seconda come market share nel segmento Auto, terza per quota di mercato nei rami Danni, quarta per market share nel segmento Vita (fonte: Ania Premi lavoro diretto 2016). Allianz Italia ha costantemente registrato negli ultimi 5 anni utili operativi superiori al miliardo di euro, con un Combined Ratio best-in-class, sempre migliore rispetto al mercato, contribuendo così in modo significativo ai risultati di Gruppo. Nel 2016, ad esempio, Allianz Italia ha rappresentato il 13% dell’utile operativo assicurativo di Allianz SE.

 

Klaus-Peter Roehler, Amministratore Delegato di Allianz Italia, ha commentato: “Anche quest’anno ci stiamo avviando per il sesto anno consecutivo a contribuire con oltre un miliardo di euro di utile operativo ai risultati della Capogruppo. Nel 2017 Allianz Italia sta sia confermando un recupero della raccolta premi Danni, sia proseguendo il suo trend positivo nel Vita, mantenendo allo stesso tempo un’eccellente profittabilità. Questa strategia di crescita profittevole è in linea con la Renewal Agenda di Gruppo, che Allianz Italia condivide, supporta e attua con successo da anni, con gli Agenti assolutamente centrali nel nostro disegno strategico. Al tempo stesso, Allianz Italia sta collaborando strettamente con la Capogruppo e le altre realtà internazionali del Gruppo per sviluppare digital asset sempre più innovativi. Concentrandosi sulla centralità del cliente e sulla digitalizzazione a 360°, Allianz Italia ha continuato ad investire nella trasformazione del canale Agenti, con al centro l’ecosistema della Digital Agency, pluririconosciuta e ampiamente apprezzata dagli Agenti stessi, valorizzandone le forti competenze consulenziali. Anche l’efficace innovazione di prodotto ha avuto positivi riflessi sulla customer experience dei clienti Allianz. Tutto ciò ha certamente contribuito ad una forte reputazione del marchio sul mercato italiano, come recentemente riconosciuto da numerosi studi e ricerche indipendenti.”

 

Un recente studio del Reputation Institute ha infatti decretato Allianz come il marchio più apprezzato nel settore assicurativo in Italia. Inoltre, uno studio dell’UBS, condotto sulle compagnie assicuratrici, ha posizionato Allianz come leader nella brand awareness per fiducia, valore economico e forza finanziaria, confermando così ulteriormente lo studio KPMG Nunwood sulla customer experience, condotto in Italia su 140 marchi di nove diversi settori, che ha incoronato il marchio Allianz come il primo nel settore assicurativo e secondo nel settore dei servizi finanziari. Sul fronte agenziale, la valutazione da parte degli agenti dell’innovatività dell’ecosistema digitale ha fatto segnare per Allianz Italia 8,2 punti su 10, più del doppio rispetto al mercato (fonte: Innovation Team). I costanti investimenti per la trasformazione della rete degli Agenti Allianz non solo stanno sempre più consentendo agli Agenti stessi di competere con successo con gli operatori digitali, valorizzando il potenziale tecnologico messo a disposizione dalla Compagnia, ma anche di offrire una value proposition di eccellenza grazie alle loro già elevate competenze di consulenza e relazione con i clienti.

 

L’app AllianzNOW, lanciata a marzo, sta progredendo in termini sia di download (250.000) che di utilizzo. Nel mese di settembre, Allianz ha promosso l’AllianzNOW Hackathon, una maratona di 30 ore, con un approccio in logica open innovation, per sviluppare integrazioni nell’ambito “sliced insurance” alla app AllianzNOW. Inoltre, sono state introdotte nel trimestre innovazioni come Allianz Pay (un sistema online che consente ai clienti d’agenzia di pagare il contratto ovunque si trovino) e Facebook per gli Agenti. Quest’ultimo consente alla rete nuove opportunità di relazione attraverso il più diffuso fra i social media.

 

Nei primi 9 mesi del 2017, i premi Danni hanno raggiunto 3,16 miliardi di euro (-2,0% anno su anno), con un forte miglioramento rispetto al primo trimestre 2017 (-3,1%) e rimanendo pressoché stabili rispetto ai primi 6 mesi del 2017 (-1,9%).  La profittabilità del segmento si è confermata ad un livello di eccellenza, con un utile operativo che ha raggiunto 798 milioni di euro (+20,3% rispetto ai primi 9 mesi dell’anno precedente), grazie ad un Combined Ratio dell’82,5%, in miglioramento di 3,8 punti percentuali rispetto ai primi 9 mesi del 2016.

 

Vale la pena evidenziare una forte performance nei rami Non-Auto (+3,6% anno su anno), grazie sia a efficaci iniziative commerciali e tecniche implementate per sostenere la crescita del canale Agenti, sia a miglioramenti nei prodotti di consulenza. L’offerta modulare (Allianz1 e Allianz1 Business) ha messo a segno oltre 455.000 pezzi venduti a partire dal lancio. I segni di recupero sono proseguiti nel comparto Auto (-5,0% anno su anno, +0,3 punti percentuali rispetto al primo semestre 2017 e +1,0 punti percentuali rispetto al primo trimestre 2017), grazie in particolare al forte contributo del canale Agenti, pur in condizioni di mercato difficili.

 

La compagnia diretta Genialloyd si conferma motore di crescita, registrando un + 5,7%, raggiungendo 498 milioni di euro di premi (rispetto ad un mercato di riferimento che è calato del -3,5% nel primo semestre 2017). La bancassurance ha continuato la sua crescita a due cifre (+39,6%).

 

Nei primi 9 mesi del 2017, i premi Vita hanno fatto segnare un forte incremento del +11,4% anno su anno, raggiungendo 7,9 miliardi di euro, con un ottimo New Business mix composto per l’89% da Unit-Linked (in aumento di 13 punti percentuali rispetto al pari periodo 2016).

 

© 2002-2017 Key4biz

Instant SSL