Sarà digitale l’economia delle smart city: Milano investe 3 milioni di euro in aziende e startup ICT

A Milano l’ICT da già lavoro a 167 mila impiegati e 23 mila imprese. Cristina Tajani: ‘Sosteniamo gli investimenti nelle nuove tecnologie come fattore strategico per la competitività del territorio in questo momento di crisi economica’.

di

Segui il progetto Smartcity4Italy anche su
Facebook,
Twitter e
LinkedIn.



Smart City è un progetto Key4biz-NetConsulting


|

Italia


Digital Economy grande

Affrontare la crisi economica significa prima di tutto investire e sostenere il tessuto imprenditoriale che innerva il territorio e, in secondo luogo, guardare avanti e innovare. Quando la situazione si fa difficile non ci si deve chiudere a riccio, non c’è da conservare posizioni di rendita, semmai bisogna accettare le grandi sfide del cambiamento, puntando proprio sulle leve tecnologiche più avanzate.

 

Per aiutare le imprese e incentivare la spesa nelle nuove tecnologie, come fattore strategico per la competitività del territorio in questo momento di crisi economica, Comune di Milano e Camera di Commercio puntano a rilanciare il settore con uno stanziamento di oltre 3 milioni di euro.

 

Si tratta di risorse destinate alle startup e alle micro, piccole e medie realtà imprenditoriali, che potranno farne richiesta fino a venerdì 20 settembre partecipando al bando “Fare Impresa Digitale“. Un’iniziativa che già nel 2012 aveva dato ottimi risultati, ha spiegato Cristina Tajani, assessore alle Politiche per il Lavoro, Università e Ricerca del Comune di Milano, con “la realizzazione di 158 innovazioni e la nascita di 19 startup“. “Anche quest’anno – ha sottolineato l’assessore – con Camera di Commercio vogliamo dare un segnale concreto della vicinanza del Comune alle piccole imprese innovative che operano a Milano“.

 

I fondi stanziati (di cui 1,6 milioni della Camera di Commercio e 1,4 milioni del Comune di Milano) per le imprese con sede legale sul territorio cittadino, saranno così ripartiti: 615 mila euro per gli interventi di innovazione tecnologica sostenuti da startup; 900 mila euro per micro, piccole e medie imprese, 1,5 milioni di euro per imprese specificatamente collocate nel settore ITC.

 

Gli interventi di innovazione finanziabili sono quelli per la promozione e la vendita online di prodotti e servizi (ecommerce), il cloud computing, soluzioni di energy management, creazione di applicazioni a supporto dello sviluppo turistico e culturale del territorio, smart mobility, nonché tutti i servizi digitali innovativi basati sull’internet of things.

 

I percorsi per l’innovazione in azienda – ha dichiarato Giorgio Rapari, consigliere della Camera di commercio di Milano – sono oggi il principale fattore sul quale puntare per rendere il nostro sistema imprenditoriale competitivo sui mercati: ecco perché questo bando che premia i progetti per la creazione e per l’adozione di nuove tecnologie digitali rappresenta un’opportunità concreta per le micro, piccole e medie imprese“.

 

Sono 167 mila i lavoratori impiegati nel digitale a Milano e ben 23 mila le imprese attive nell’Information and Communication Technology (ICT): dai servizi informatici alle attività di design, grafica e web, dalla produzione televisiva, cinematografica e musicale all’edizione di software, dalla pubblicità e ricerche di mercato alla direzione aziendale e consulenza gestionale. Oltre la metà delle imprese digitali lombarde (il 55,4%) e quasi una su 7 (il 13,4%) di quelle italiane è milanese. Anche sotto il profilo dell’occupazione, i dati evidenziano il primato di Milano nel digitale, con il 73,7% degli addetti rispetto alla Lombardia e il 21% rispetto all’Italia.

 

Le domande di partecipazione potranno essere presentate fino alle ore 12.00 di venerdì 20 settembre 2013 esclusivamente in forma telematica accedendo al portale http://servizionline.mi.camcom.it e compilando l’apposito modulo.

(f.f.)

 

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL