Smart city, Berg Insight: Sistemi di trasporto intelligente, il business cresce del 9% all’anno in Europa

di Paolo Anastasio |

Il report della società di ricerca prevede un giro d'affari del settore dell'Intelligent Transport Systems di 1,44 miliardi di euro nel 2017, a fronte dei 940 milioni del 2012.

Unione Europea


Treni intelligenti

Il mercato europeo degli Intelligent Transport Systems (ITS), tutti i sistemi e le tecnologie di trasporto pubblico intelligente, ha raggiunto un giro d’affari di 940 milioni di euro nel 2012. Lo rende noto la società di ricerca Berg Insight, precisando che il tasso di crescita del settore è al 9% annuo e che a questi ritmi il settore raggiungerà un giro d’affari complessivo di 1,44 miliardi di euro nel 2017. Secondo il report, il settore ITS è in crescita costante in Europa, anche nei paesi meridionali del continente, dove secondo le previsioni di Berg Insight gli investimenti saranno in recupero nei prossimi anni.

 

Secondo Berg Insight, le aziende di punta in Europa nel settore ITS sono Trapeze Group, INIT e IVU, grazie ad un ampio portafoglio di prodotto e ad una base di sistemi installati in diversi paesi dell’Ue.

 

Fra i player locali la società di ricerca menziona Ineo Systrans in Francia e Vix nel Regno Unito. Altri player di un certo peso sono i gruppi spagnoli GMV, Indra e Grupo Etra, senza dimenticare Swarco Mizar, la filiale italiana di Swarco, il provider norvegese FARA  e la compagnia belga Prodata Mobility Systems.

 

Al di là degli investimenti pubblici, a trainare il settore degli ITS ci sarà anche il business delle smart city in ottica di smart mobility. Secondo Berg Insight, anche i produttori terze parti avranno un ruolo importante nello sviluppo di nuovi servizi intelligenti destinati ai passeggeri del trasporto pubblico.