Green ICT: ad Alcatel-Lucent premio Ue per il programma ‘Global Green Telecommunications’

di Alessandra Talarico |

Unione Europea


Alcatel-Lucent

Alcatel-Lucent è tra i vincitori del concorso “ Sustainable Energy Europe Awards 2010“, annunciati oggi a Bruxelles nell’ambito della Sustainable Energy Week.

 

Il gruppo franco americano si è aggiudicato il primo premio nella categoria “ Alternative Energy Program for Global Green Telecommunications” per lo sviluppo di una tecnologia integrata che sostituisce il bisogno di generatori diesel e permette quindi l’utilizzo di fonti di energia a basso impatto ambientale – pannelli solari, energia eolica, aria compressa, biocarburanti – per alimentare le stazioni di base delle reti tlc.

 

Oltre a ridurre i consumi e a rendere possibile la fornitura di servizi tlc anche in posti in cui è difficile reperire gasolio o elettricità, l’utilizzo di fonti rinnovabili in un settore cruciale come quello delle telecomunicazioni aiuta a migliorare le condizioni di vita in luoghi già economicamente e socialmente svantaggiati, promuovendo al contempo una maggiore responsabilità ambientale.

 

I cinque vincitori sono stati scelti tra 272 progetti.

 

Günther Oettinger, responsabile per Ue l’energia si è detto “…soddisfatto del crescente interesse per questo premio, testimoniato dall’ingresso di tanti nuovi candidati di qualità anno dopo anno”.

 

Il primo premio per la categoria “Programmi di cooperazione” è andato al programma “Solar.Now!” della Fondazione Energia Rurale dei Paesi Bassi che fornisce supporto e formazione agli imprenditori di sette paesi dell’Africa sub-sahariana (Burkina Faso, Etiopia, Ghana, Mali, Tanzania, Uganda, Zambia), aiutandoli a creare e sviluppare attività nel settore delle energie rinnovabili.

 

Al Ministero ungherese della Pubblica Istruzione e Cultura e alla General Electric Lighting è andato invece il primo premio nella categoria “Progetti di dimostrazione e divulgazione” per il “Programma di Illuminazione delle Scuole ungheresi“, nell’ambito de quale 1.400 istituti scolastici del paese – altri 1.500 istituti saranno presto adeguati – sono stati dotati di sistemi di illuminazione e riscaldamento intelligenti. Grazie a questi adattamenti, il consumo energetico nelle scuole Budapest è stato ridotto del 40%.

 

Nella categoria Azioni promozionali/didattiche il primo premio è stato assegnato a WBN: Büro für Kommunikation e ai produttori di celle solari Sharp Solar e Q. Cells (Germania) per il progetto “Sun! Sun! Sun!”, che ha coinvolto anche MTV in una campagna di sensibilizzazione sulle energie rinnovabili indirizzata ai giovani. La campagna ha raggiunto 16 milioni di telespettatori in Germania.

 

Vincitore della categoria Comunità a energia sostenibile il progetto “ProjectZero: Turning Sønderborg into a Zero Carbon Municipality”, un iniziativa pubblico-privato che mira a rendere Sønderborg (77 mila abitanti) una città a zero emissioni.

La roadmap prevede la ristrutturazione degli edifici, l’utilizzo di sistemi di riscaldamento verdi, impianti di biogas e sistemi Smart Grid.

 

Giunto alla sua quarta edizione, il Sustainable Energy Europe Awards ha visto un aumento costante nel numero delle iscrizioni (272 nel 2010, rispetto ai 251 del 2009) – una prova ulteriore del crescente interesse per l’energia sostenibile in tutta Europa.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2023 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia