Tlc: in arrivo nuove norme Ue per facilitare l’uso dei telefoni cellulari a bordo delle navi

di |

Unione Europea


Telefonia mobile

La Commissione europea ha adottato nuove norme per facilitare l’uso dei telefoni cellulari per chiamare e inviare o ricevere SMS da parte dei passeggeri e degli equipaggi delle navi che operano nelle acque territoriali della Ue quando si trovano al di fuori della portata delle reti telefoniche mobili terrestri.

Le nuove regole armonizzano le condizioni tecnico-giuridiche relative ai servizi di comunicazione mobile a bordo delle navi e aprono la strada ad applicazioni innovative quali il controllo a distanza dei container stivati a bordo. Le nuove norme garantiscono la certezza del diritto e opportunità economiche ai fornitori di servizi che vogliano offrire una connettività mobile continua transfrontaliera nelle acque europee.

 

Le nuove norme dovrebbero mettere fine al patchwork di 27 differenti legislazioni nazionali in materia di copertura dei telefoni cellulari a bordo delle navi da crociera, dei mercantili e dei traghetti operanti nelle acque territoriali europee. Le norme in parola garantiscono la certezza del diritto agli operatori delle telecomunicazioni che intendano offrire servizi mobili marittimi ai loro clienti.

 

I servizi di comunicazione mobile di bordo operano mediante piccole stazioni di base installate a bordo delle navi (“picocelle”) che collegano via satellite i terminali dei viaggiatori alle stazioni delle reti terrestri. I servizi di comunicazione a bordo delle navi garantiscono la connettività degli utenti tramite le reti di telecomunicazione mediante un normale telefono cellulare.

 

Una decisione adottata di recente dalla Commissione garantisce la disponibilità delle frequenze radio GSM della banda 900 MHz e/o 1800 MHz per i servizi di comunicazione a bordo delle navi in condizioni tecnico operative armonizzate. Essa garantisce inoltre che i servizi mobili di bordo non interferiscano con quelli terrestri in modo che gli utilizzatori di servizi mobili che si trovano nelle zone costiere non siano inavvertitamente collegati alle stazioni montate a bordo delle navi.

 

Parallelamente la Commissione ha adottato una raccomandazione che invita gli Stati Ue a liberalizzare i rispettivi regimi di autorizzazione in modo che qualsiasi operatore di servizi di bordo autorizzato a operare in un paese possa fornire servizi nelle acque territoriali di altri paesi della UE senza doversi munire di ulteriori licenze.

 

L’effetto combinato di queste due misure permetterà ai viaggiatori e agli equipaggi delle navi di rimanere in contatto con famigliari e amici utilizzando i propri telefoni cellulari. La connettività marittima continua consentirà inoltre un monitoraggio in tempo reale – grazie a telesensori – delle merci trasportate. Ad esempio sarà possibile monitorare a distanza la temperatura e l’umidità di un container per verificare in ogni momento la qualità delle merci stivate in una nave.

 

Gli Stati Ue dispongono ora di 12 mesi per liberare le bande dello spettro radio destinate ai servizi di comunicazione mobile a bordo delle navi e adeguare le rispettive legislazioni nazionali per conformarle alla decisione. Gli Stati membri dovranno inoltre accertarsi che i consumatori siano adeguatamente informati sui termini e le condizioni per l’uso dei servizi di comunicazione mobile a bordo delle navi.

 

Secondo il Commissario Ue responsabile per l’agenda digitale, Neelie Kroes, le nuove norme permetteranno a alle persone che viaggiano o lavorano a bordo delle navi operanti nelle acque territoriali europee di usare il telefono cellulare senza problemi di interferenze.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2022 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia