iPad: i big pronti alla controffensiva. Da Microsoft a Sony, tutti in corsa per il primato in un mercato da 11 mld di dollari

di Alessandra Talarico |

Mondo


iPad

L’iPad, l’ultimo gioiellino della Apple, che arriverà negli Usa il 3 aprile e in Italia alla fine dello stesso mese, ha scatenato, come era prevedibile, una vera e propria corsa al tablet.

HP, Lenovo, Asus, ma anche Microsoft, Sony, Google: costruttori informatici e giganti del web sono tutti pronti a contrattaccare, per conquistare un posto nel piccolo ma promettente mercato dei terminali touch, dispositivi a metà strada tra uno smartphone e un portatile.

 

L’iPad, il dispositivo che ha creato tanto scompiglio, consentirà di navigare su internet, ascoltare musica, giocare e leggere ebook, il tutto in un ‘involucro’ spesso 1,27 cm e dal peso di appena 680 grammi e al prezzo (base) di 499 dollari.

 

La risposta di Microsoft si chiama Courier: la stampa specializzata parla di un dispositivo simile a un libro, con due facciate digitali, ovviamente touch che, chiuso, ha dimensioni estremamente ridotte (13×18 centimetri) e un peso inferiore ai 500 grammi . Una sorta di agenda digitale, insomma, arricchita dalla possibilità di prendere appunti col pennino, scattare foto e navigare in rete. Courier dovrebbe arrivare in commercio nella seconda metà di quest’anno, insieme all’ormai immancabile store di applicazioni incentrato sulla vendita di libri digitali.

 

Sony, invece, starebbe lavorando – insieme alla divisione mobile Sony Ericsson  – a uno smartphone sul quale sarà possibile usare i giochi per PlayStation, e a un tablet internet simile all’iPad, descritto come una combinazione di netbook, e-reader e console giochi.

Il gigante giapponese dell’elettronica di consumo, deluso dall’accoglienza riservata alla sua PSP Go, guarda con inquietudine all’incursione di Apple nel settore: il pubblico che già gioca sull’iPhone e sull’iPod, apprezzerà ancora di più il grande schermo e l’interfaccia multi-touch dell’iPad.

Per non lasciare niente al caso, entrambi i dispositivi potranno quindi collegarsi alla nuova piattaforma Qriocity (si pronuncia come ‘curiosity’), che dovrebbe essere lanciata alla fine del mese e permetterà agli utenti di scaricare video, film, programmi Tv e giochi della Sony, in diretta concorrenza con l’iTunes Store, che offre accesso a un catalogo di oltre 12 milioni di brani, più di 50.000 episodi di serie TV e oltre 8.500 film, tra cui più di 2.500 in formato HD.

 

Un altro player di peso che si appresta a entrare nella battaglia dei tablet è Google, il cui sistema operativo Android è già il rivale numero uno dell’iPhone OS.

È la Francia, tuttavia, a rivendicare il primato: la società Archos – che si appresta a lanciare due nuovi modelli basati su Android – sarebbe stata infatti la prima a presentare un tablet di nuova generazione soltanto che, come dire, il lancio dei prodotti Apple fanno sempre più rumore ed è stata, in sostanza, la società di Steve Jobs a far decollare il settore.

 

Secondo l’analista Strategy Analytics Peter King, tuttavia, l’iPad non è proprio l’ideale per lavorare, non essendo un telefono e non integrando né un lettore Dvd né excel.

“L’iPad – afferma King – è invece adatto per leggere e inviare email dal divano, posato sulle ginocchia, o per navigare mentre si guarda distrattamente la Tv. allo stesso modo di vedranno persone intente a guardare video musiocali o filmati in aereo con l’iPad”.

 

Le declinazioni, insomma, sono tante e, a quanto pare, di alternative, il pubblico ne avrà parecchie.

Secondo Gartner, quest’anno si venderanno 10,5 milioni di tablet: certo, una goccia nell’oceano dei 336 milioni di Pc che saranno consegnati nello stesso periodo, ma ugualmente appetibile per i costruttori informatici e gli specialisti dell’elettronica di consumo. Secondo Strategy Analytics, il mercato mondiale dei tablet crescerà dai 3,5 miliardi di dollari del 2010 a 11,6 miliardi nel 2014.

 

“Bisognerà informare il pubblico sull’utilità di questi dispositivi magici”, ha affermato quindi Steve Jobs, che ha approfittato della notte degli Oscar, domenica sera, per presentare il primo spot televisivo dedicato all’iPad.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2022 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia