Prix Italia: il Centro di Ricerche Rai, 80 anni di tecnologia al servizio di radio e Tv  

di |

Italia


RAI

In occasione dell’80° anniversario della fondazione del Centro Ricerche Rai e nell’ambito delle manifestazioni del Prix Italia (20-26 settembre), le Direzioni Strategie Tecnologiche e Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica presenteranno una selezione delle più interessanti innovazioni nel settore radiotelevisivo.

Sarà un percorso per comprendere quanto l’evoluzione del linguaggio televisivo debba al progresso tecnico e quali siano le possibilità di arricchimento, per l’ideazione e la fruizione delle trasmissioni, che le nuove tecnologie consentono.

 

Tra le dimostrazioni, le evoluzioni future dell’immagine televisiva, come ad esempio la TV in 3D e la TV ad alta definizione in formato 4K (ossia 4 volte l’attuale HDTV), lo standard di TV digitale terrestre di seconda generazione DVB-T2 e un nuovo sistema per la trasmissione di servizi all’utenza in mobilità, basato sullo standard DVB-SH che prevede una rete ibrida satellitare-terrestre. Saranno inoltre presentati alcuni servizi per l’utenza mobile che arricchiscono le trasmissioni di radiofonia digitale, basati su applicazioni multimediali definite all’interno della piattaforma DAB/DAB+/DMB.

 

Sarà anche mostrata una versione di nuova concezione di Televideo digitale, il Telesoftware-DTT che sostituisce, migliorandolo, sui canali digitali il precedente servizio ‘analogico’ rivolto agli utenti non vedenti, e un’anteprima dei risultati di un progetto finalizzato allo sviluppo di un sistema automatico per la traduzione dalla lingua italiana alla lingua dei segni italiana utilizzata dai non udenti (LIS).

 

Spazio, poi, alle applicazioni di accesso a programmi TV on demand attraverso una connessione a larga banda su rete Open internet e un sistema per controllare la fruizione di servizi convergenti su un terminale domestico basato su un telecomando vocale.

Infine, si potranno vedere alcune tecnologie utilizzabili nella fase di produzione di programmi o servizi quali, ad esempio, un sistema di ripresa audio multicanale olofonico e un sistema per la traduzione automatica del parlato nei notiziari, con analisi semantica del testo trascritto e creazione automatica di dossier tematici.