IM: accordo tra Microsoft e Yahoo! per la creazione della più grande community del mondo

di Alessandra Talarico |

Mondo


MSN Messenger

Le messaggerie istantanee (IM) sono gli strumenti di comunicazione real-time più in voga del momento dopo gli sms.

Fino a poco tempo fa, i giganti del Web – da AOL a Yahoo!, da Microsoft a Google – hanno puntato molto sulla differenziazione dei propri sistemi per guadagnare nuovi utenti in quella che – assieme ai neo-consacrati siti di social networking e alle chat – rappresenta l’essenza della comunicazione e della socializzazione nella realtà virtuale.

  

La strategia ‘unliateralista’ dei grandi player del settore sembra però essere caduta di fronte all’esigenza sempre più sentita per l’interoperabilità dei diversi sistemi di messaggeria: fattore essenziale in un mondo di comunicazioni sempre più convergenti.

  

Fare ‘community’ sembra essere dunque il must del momento, e quale metodo migliore se non unendo i due sistemi di messaggeria più utilizzati al mondo?

  

Ecco allora che Microsoft e Yahoo!, i due maggiori protagonisti della scena IM, hanno deciso di sotterrare l’ascia di guerra e creare uno spazio unico per i loro utenti, che potranno a breve chattare senza problemi di incomunicabilità tra i diversi sistemi, in quella che è destinata a diventare la più grande comunità virtuale del mondo, con circa 350 milioni di account.

  

“E’ un grande giorno per il mondo dell’instant messaging! Lavorando a stretto contatto con i colleghi di Windows Live abbiamo unito le due community Yahoo! e MSN che ora finalmente possono comunicare fra loro”, ha commentato Yahoo sul portale.

  

La collaborazione tra le due società è partita lo scorso anno, in quella che gli analisti hanno definito come una mossa ‘difensiva’ per contrastare l’ingresso nel settore di Google.

  

Difensiva o no, la mossa arriva da due società che certo non hanno bisogno di tirare acqua al loro mulino: basti pensare che nell’ultimo anno, il numero di utenti sul portale Windows Live Messenger ha superato quota 18 milioni al mese ha con una crescita superiore al 120%, e il fatturato è cresciuto del 62% rispetto all’anno precedente.

  

MSN – capace di attirare oltre 465 milioni di visitatori ogni mese che utilizzano servizi quali MSN Messenger e MSN Hotmail in 239 paesi – è dunque per Microsoft un’area di grande importanza, cresciuta molto negli ultimi tre anni e con prospettive di sviluppo ancora superiori, soprattutto grazie alla strategia “Live”, che comprende anche dallo scorso aprile la funzionalità VoIP.

  

Anche Yahoo ha deciso di ampliare le funzionalità del proprio sistema di messaggeria,  proponendo il servizio VoIP con Yahoo! Messenger with Voice, che consente di condividere non soltanto conversazioni testuali e vocali ma anche file, fotografie e radio personalizzata, creando un’integrazione tra i vari servizi. 

In particolare, Yahoo! ha puntato sulla musica con un servizio gratuito in streaming che consente di creare playlist radio e video personalizzabili e condivisibili, ascoltare oltre 15 radio pre-programmate e guardare video musicali in streaming continuo nel proprio canale video.

  

“Si tratta di un traguardo senza precedenti che darà nuovo impulso alla domanda e all’adozione di servizi IM”, ha dichiarato Brad Garlinghouse, communications senior vice-presidente senior comunicazioni di Yahoo, a cui fa eco Blake Irving, corporate vice-president di Windows Live Platform, secondo cui l’accordo tra le due società segna “un punto di svolta per l’intera industria IM”.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2021 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia