Internet e minori: MySpace assume il responsabile della sicurezza Microsoft

di Alessandra Talarico |

Stati Uniti


MySpace

MySpace.com, tra i più popolari siti di social networking, ha deciso di arruolare Hemanshu Nigam, ex procuratore federale contro lo sfruttamento dell’infanzia su Internet e fino a oggi direttore alla sicurezza di Microsoft, per mettere in guardia gli utenti – soprattutto i più giovani – contro i pericoli di avance sessuali.

 

Nato nel 2003 dall’intuizione di Tom Anderson, musicista indipendente che lanciò il sito per creare e offrire spazio gratuito agli artisti che tentano di ritagliarsi uno spazio al di fuori dei circuiti tradizionali, MySpace vanta attualmente circa 60 milioni di utenti più o meno interessati alla scena musicale, che possono sfruttare il sito per farsi conoscere e conoscere gente nuova.

 

Un successo così dirompente che è valso a MySpace l’ingresso nella scuderia di Rupert Murdoch, che ha acquistato il sito la scorsa estate per 580 milioni di dollari.

 

La popolarità del sito, tuttavia, non ha mancato di suscitare preoccupazione di genitori e autorità, sempre allerta sul pericolo che le community rappresentano per la sicurezza dei più giovani internauti, che rischiano di fidarsi troppo degli sconosciuti incontrati on line, nonostante già il sito metta in guardia i più inesperti con frasi del tipo “le persone non sono sempre quel che dicono di essere”, o “evita di incontrare persone che non conosci bene”.

 

Il compito di Nigam all’interno di MySpace sarà quello di supervisore alla sicurezza, all’educazione e alla privacy, questioni di cui già si occupa per altri siti della Fox Interactive Media.

 

“Nigam è un leader per quanto riguarda la sicurezza e la protezione dei minori”, ha spiegato Chris DeWolfe, Ceo di MySpace. “Siamo fortunati ad averlo tra noi, ci aiuterà a educare il pubblico e a proteggere i membri della community”.

 

MySpace ha anche annunciato l’inizio di una campagna – in collaborazione con l’Advertising Council e il National Center for Missing and Exploited Children – per guidare genitori e ragazzi a un uso sicuro della Rete. Campagna che sarà estesa anche ad altri siti e canali televisivi della News Corp.

 

MySpace non è l’unico sito dedicato al cosiddetto ‘social networking’ a impazzare tra gli internauti: nell’ampia scelta si trovano Xanga.com, Facebook.com e il pioniere Friendster, ma secondo i dati dell’agenzia Hitwise la vasta rete di MySpace raggiunge quasi il 50% del mercato delle web-community statunitensi, 10 volte più di ogni sito rivale.

 

“I genitori sono terrorizzati da siti come MySpace”, ha spiegato Harry Aftab, executive director dell’organizzazione wiredsafety.org.

“MySpace – ha aggiunto – ha sempre preso la questione della sicurezza e della privacy molto sul serio”, limitando l’uso del sito ai minori di 14 anni e vietando agli utenti di visualizzare il profilo dei membri con meno di 16 anni.

 

Sicuramente da oggi il sito sarà ancora più protetto ma per Richard Blumenthal, procuratore generale del Connecticut, “una campagna per la sicurezza è un passo benvenuto per proteggere i bambini dalla pornografia e dai predatori sessuali, ma deve essere seguita da misure più incisive e specifiche”.

 

Come dire, la sicurezza in questi casi non è mai troppa.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2023 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia