Rapporto EITO 23 febbraio a Bruxelles: Lamborghini, ‘Europa verso la convergenza digitale’. Riassetto del mercato e nuovi modelli di business  

di Raffaella Natale |

Europa


Bruno Lamborghini

Si svolgerà giovedì 23 febbraio 2006 a Bruxelles, presso la Sala “Van Gogh” dell’Hotel Crowne Plaza, la Conferenza per la presentazione ufficiale del Rapporto EITO 2006.

Partecipe all’importante evento europeo Viviane Reding, Commissario Ue per la Società dell’Informazione e i Media, che terrà il keynote speech della Conferenza.

Il Rapporto EITO (European Information Technology Observatory) verrà presentato da Bruno Lamborghini, presidente EITO e membro dell’Advisory Board di Key4biz, e Andrea Gavosto, membro della Task Force EITO.

La prestigiosa ricerca conferma l’avvenuto avvio anche in Europa  del nuovo ciclo di Internet trainato dalla diffusione della banda larga e dalla convergenza digitale attorno al Protocollo Internet (IP) e prospetta nuove interessanti opportunità per i mercati e l’industria in Europa.

 

Come sottolineato dal Presidente di EITO, Bruno Lamborghini, “il processo di convergenza digitale, da lungo tempo preconizzato, è passato dallo stato di utopia tecnologica a realtà molto concreta, come è dimostrato dalla accelerazione in Europa di fusioni e acquisizioni e alle trasformazioni dei modelli di business dei diversi operatori, dalle telecomunicazioni ai broadcasters, dall’elettronica di consumo all’informatica, dai  media (musica, film, news) all’industria dell’entertainment“.

 

In particolare si riscontra una positiva ripresa della domanda di software e servizi IT con crescite annue medie  tra il 2005 e il 2007 nell’Unione Europea del +5,8% per il software e del +5,1% per i servizi informatici.

E’ sulla Rete che tendono a convergere tutti i contenuti digitali, dalla musica al video ai testi in forma guidata o libera, con problemi di tutela dei diritti di proprietà e di sicurezza, ma anche con lo sviluppo di nuovi modelli di  business, start up e forte crescita dei consumi digitali.

 

Ed è proprio su alcuni aspetti di questa grande trasformazione che le analisi di EITO 2006 si sono soffermate, cercando di interpretare che cosa sta avvenendo nel mondo degli scambi di file, del peer-to-peer (stando alle previsioni, oltre 20 milioni di computer operanti con modalità P2P oggi in Europa, saliranno a oltre 40 milioni entro il 2010),  ma soprattutto delle grandi possibilità di sviluppo di attività autorizzate attraverso la Rete P 2P in forma di co-produzione di contenuti e di Superdistribution.

 

Il Rapporto EITO 2006 analizza in dettaglio i diversi drivers tecnologici e di mercato dei processi di convergenza, evidenziando che l’industria e i mercati europei stanno reagendo positivamente di fronte a questa fase di trasformazioni e di nuovo sviluppo. 

La presentazione del Rapporto sarà seguita da un panel dedicato al tema della distribuzione dei contenti digitali.

 

L’evento è un’occasione di grande rilevanza per gli operatori e gli esperti del mercato dell’innovazione digitale.

L’Osservatorio europeo sulle tecnologie ICT è un consorzio indipendente di ricerca, da lungo tempo protagonista dello scenario internazionale, uno dei più significativi strumenti d’analisi sui trend che intessano l’Europa dell’Information Technology e le sue dinamiche di mercato, le sue prospettive.

 

Supporto operativo e strategico per decisori, operatori e attori dello sviluppo,  l’EITO nasce nel 1992 grazie alla volontà di un gruppo di professionisti del settore con l’obiettivo di realizzare un osservatorio permanente in grado di offrire dati aggiornati, informazioni strategiche e stime accurate sull’Industria di riferimento.

In particolare, l’Osservatorio nasce da un’idea dell’ente fiera Smau e sviluppato con il contributo delle più importanti fiere europee di settore, CeBIT, Simo e Bitkom. Il consorzio no-profit si è, quindi, man mano allargato accogliendo enti e associazioni a copertura ciascuno di uno specifico segmento di mercato, fino a prevedere la partnership con la Commissione Europea , che utilizza i dati EITO come fonte ufficiale per l’industria ICT, così come anche l’OCSE di Parigi.

 

La missione dell’Osservatorio  è quella di offrire il proprio contributo in tutti i campi della vita pubblica: economia, scienza, politica e comunicazione.

Tre le attività più significative frutto dell’impegno della Task Force EITO, infatti, vi è l’annuale Rapporto sullo stato e sull’evoluzione dell’Ict in Europa, preziosa fonte d’informazione sulle nuove tecnologie ricca di analisi di mercato e previsioni di crescita.

 

I dati forniti dai Rapporti, disponibili sia in formato cartaceo che in Cd Rom,  sono esclusivi e per molti aspetti unici, soprattutto per quanto concerne i complessi rilevamenti statistici frammentati per singolo Paese europeo e per segmento. La ricerca abbraccia i settori dell’Information Technology (hardware, software e servizi), delle Tlc, l’Elettronica di Consumo e i Nuovi Media. Inoltre, EITO realizza anche speciali dossier su argomenti chiave dei settori It e Ict e sui più recenti sviluppi tecnologici.

 

Per partecipare alla presentazione del Rapporto EITO 2006, clicca qui

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2023 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia