3GSM World Congress: la Mobile Tv si conferma star indiscussa del nuovo mercato convergente

di Raffaella Natale |

Europa


3GSM World Congress

Barcellona – Partenza alla grande ieri per il 3GSM World Congress, l’evento mondiale più importante dell’anno nell’ambito delle tecnologie mobili che vedrà convergere per 4 giorni a Barcellona più di 962 aziende del settore e le previsioni parlano di 50mila visitatori attesi.

Cifre record per un evento che è occasione di confronto, ma soprattutto di presentazione delle innovazioni tecnologiche per la telefonia del futuro.

Anche se, 4 anni dopo il suo lancio in Asia e 1 anno dopo il suo arrivo in Europa, il 3G, che consente l’invio attraverso il telefono di immagini, video, musica, resta marginale con meno del 3% degli abbonati nel mondo, continua a essere una delle priorità per operatori e produttori.

 

Secondo uno studio di Strategy Analytics, entro il 2008 il numero dei videofonini sarà di 712 milioni. Una grossa crescita, se si tiene conto che nel 2004 erano 65 milioni. Il passo successivo è quello di potersi portare a spasso qualcosa che consenta di assistere a uno spettacolo, come se si fosse davanti al televisore di casa.

La vera star di questo 3GSM World Congress, come tanti già si aspettavano, è infatti la Mobile Tv, regina indiscussa della scena, guardata come una delle tecnologie più promettenti per il futuro dagli operatori telecom, alla ricerca di nuove fonti di guadagno per contrastare l’agguerrita concorrenza sul mercato della trasmissione vocale.

La trasmissione di contenuti sui cellulari sta diventando sempre di più il vero obiettivo dei player del mercato tlc, ma non solo, già è cominciata una vera e propria guerra con i broadcaster sul campo dei format televisivi.

 

E quale migliore occasione se non il summit di Barcellona per lanciare alleanze strategiche su questo mercato del futuro?

 

Siemens Communications ha deciso di approfittare dell’evento per mostrare come le nuove tecnologie rivoluzioneranno il modo di comunicare in futuro: guardare i programmi televisivi preferiti sul cellulare, giocare con game multimediali e multiplayer in alta risoluzione e in mobilità, trasferire file o video sulla rete mobile mentre si è al telefono.

Focus di questa edizione del Congresso, dicono dall’azienda, saranno una demo live di Mobile Tv su DVB-H (Digital Video Broadcasting -Handheld) così come altre nuove applicazioni mobili basate su IP. Inoltre Siemens presenterà nuovi prodotti e servizi per le reti mobili dei prossimi anni, sviluppati nei laboratori R&D italiani.

 

A Barcellona Siemens fornirà  la copertura DBV-H per l’intera zona fieristica. Appositi terminali permetteranno ai visitatori di vedere 16 programmi televisivi live, fra cui il canale musicale MTV, i network di news CNN e BBC world, e la trasmissione dei Giochi Olimpici di Torino attraverso la Rai.

Inoltre, Siemens offrirà l’opportunità di vedere come funziona il processo – dalla telecamera televisiva all’immagine finale sul terminale – in uno speciale studio televisivo realizzato presso lo stand. I visitatori presenti potranno anche utilizzare la soluzione Siemens per interagire con i programmi televisivi e, attraverso un canale di ritorno, votare ad esempio il “gol del mese”. Sarà sufficiente premere il touchscreen del terminale DBV-H per inviare un SMS all’operatore, che poi trasmette sul display i risultati del voto. Il sistema di trasmissione mobile di Siemens è la prima soluzione al mondo in grado di funzionare con terminali DBV-H di diversi grandi produttori.

 

Sempre nell’ambito della multimedialità, nello spazio espositivo dedicato alla Mobile Tv viene presentata da Siemens una nuova release della piattaforma Multimedia Delivery System (MDS), soluzione per lo streaming di contenuti multimediali su reti mobili, ricca di nuove funzionalità interessanti , tra le quali il fast channel switching (possibilità di passare velocemente da un canale live all’altro, all’interno della stessa sessione) e l’interactive live (interazione avanzata nel contesto dei contenuti multimediali preregistrati).

 

Da evidenziare che le attuali reti telefoniche sono già in grado di supportare la trasmissione di canali televisivi, ma presentano anche notevoli limitazioni in termini di copertura globale del territorio e non consentono di trasmettere contenuti a molti utenti simultaneamente.

Operatori mobili e broadcaster stanno quindi considerando diverse opzioni per stabilire nuove infrastrutture in grado di trasmettere senza problemi sia i canali televisivi che altri servizi multimediali, in modo economico e con la migliore copertura possibile.

 

In questo contesto, Alcatel approfitta del Summit per proporre un’evoluzione dello standard DVB-H, denominato DVB-H in S Band. Tale evoluzione rende il DVB-H compatibile con le trasmissioni da satellite, permettendo l’uso del segmento satellite a complemento di una infrastruttura terrestre, che utilizza le stesse frequenze allocate per le trasmissioni satellitari su terminali mobili (2170-2200 MHz).

 

La rete di broadcast sarà integrata con l’infrastruttura cellulare, cosa che consentirà di aumentare il numero di canali televisivi disponibili per completare l’offerta con servizi video on demand (VoD), offrire servizi effettivamente interattivi e facilitare la fatturazione e il controllo degli accessi.

La soluzione ibrida satellite/terrestre di Alcatel permette attraverso il satellite di fornire una copertura completa del territorio nazionale in modo economicamente efficiente ed attraverso una rete terrestre di gap-filler a media e bassa potenza, co-locati con i siti mobili esistenti, permette di fornire coperture  indoor.

 

Il nuovo sistema ibrido proposto integra i vantaggi  della trasmissione broadcast satellitare con i benefici delle specifiche tecnologiche del DVB-H. In particolare, offre l’ottimizzazione del DVB-H per la ricezione del segnale televisivo da parte del terminale, lasciando in stand-by tra gli intervalli di ricezione per minimizzare il consumo delle batterie del dispositivo. 

E non da ultimo presenta il principale vantaggio di utilizzare bande di frequenze disponibili e non ancora assegnate, superando tutte le difficoltà legate alla disponibilità ed alla gestione delle frequenze UHF.

 

Il 3GSM World Congress sarà anche l’occasione per la presentazione di un importante accordo. Proprio oggi BT Group, Microsoft e Virgin Mobile presenteranno il prodotto di un loro accordo che prevede appunto la fornitura agli utenti europei di un servizio di Tv digitale su telefonino.

Virgin Mobile, che è oggetto di una potenziale offerta da 920 milioni di sterline da parte dell’operatore via cavo NTL, sarà pronta a lanciare il servizio televisivo agli abbonati per la metà dell’anno, dopo aver realizzato lo scorso anno una sperimentazione di quattro mesi.

L’offerta dovrebbe prevedere almeno 5 emittenti televisive e l’accesso a un vasto numero di stazioni radio. Il servizio è fornito all’ingrosso da BT, operatore britannico di rete fissa, ed è stato sviluppo insieme a Microsoft. Usa la stessa tecnologia di trasmissione digitale lanciata lo scorso anno in Corea.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2021 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia