L¿Europa celebra il Safer Internet Day, per una Rete a prova di bambino

di |

Italia



Si celebra oggi in tutta Europa il Safer Internet Day, la giornata del diritto dei bambini alla sicurezza in Rete.

A questo appuntamento hanno aderito ben 14 Paesi europei (Bulgaria, Danimarca, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Spagna, Svezia e Regno Unito) e l” Australia.

Il progetto &#232 stato voluto fortemente dalla Commissione Ue, nell”ambito della campagna di sensibilizzazione all”uso sicuro e didattico del Web. Per il secondo anno consecutivo &#232 coordinatore del progetto per l”Italia Adiconsum(associazione difesa consumatori e ambiente), affiancata quest”anno da Telefono Azzurro.

Il Safer Internet Day viene celebrato oggi in una scuola simbolo della volont&#224 di innovazione, la scuola media statale Nosengo di Arzano (Napoli), protagonista delle vicende narrate nel libro e poi nel film ”Io speriamo che me la cavo”.

L”istituto ha gi&#224 partecipato al progetto europeo ¿Friendly Internet¿ nel biennio 2001-2002 ed &#232 attualmente impegnato nel progetto Safeborders, un progetto promosso dalla DG INFSO della Commissione Ue, lanciato simultaneamente in 7 Paesi europei a maggio dello scorso anno.

Oggi nella scuola campana &#232 in programma una grande festa di Carnevale, durante la quale ci sar&#224 la presentazione della campagna per Internet sicuro del sito Stop-it, da tempo ormai impegnato nella lotta contro la pedopornografia in Rete, e del numero di emergenza 114 per la segnalazione di abusi online. Dal marzo 2003, su mandato dei ministeri delle Comunicazioni, del Lavoro e delle Politiche Sociali e per le Pari Opportunit&#224, Telefono Azzurro gestisce il Servizio Emergenza Infanzia 114 che, oltre a occuparsi di situazioni di emergenza e disagio relative a bambini e adolescenti, ha il compito di rilevare violazioni nell”ambito dell”informazione raccogliendo, inoltre, segnalazioni di siti web, chat-line, newsgroups e materiale mediale a carattere pedopornografico.

&#200 prevista inoltre la distribuzione del materiale Safeborders (cartoline, poster, mouse-pad, t-shirt per i ragazzi, pieghevoli informativi per i genitori), la premiazione del miglior poster sul tema della sicurezza in Internet e piccoli premi ai bambini che indossano maschere sul tema ¿I diritti di noi ragazzi su Internet¿.

Obiettivo della giornata, che si celebrer&#224 ogni anno, &#232 quello di organizzare eventi pubblici di varia natura in tutta Europa, con l¿intento di richiamare l¿attenzione della comunit&#224, dei mass media, dell¿industria e delle istituzioni sul tema sempre pi&#249 centrale della sicurezza di Internet.

Adiconsum e Telefono Azzurro, nell”ambito del progetto, hanno inoltre attivato una ampia campagna di sensibilizzazione congiunta per la sicurezza dei minori in Internet che abbraccia numerosi gruppi target: dai bambini e ragazzi agli insegnanti, alle famiglie, ai mass media e alle istituzioni. L”intenzione &#232 quella di dare massima visibilit&#224 e centralit&#224 alle tematiche legate all”utilizzo di Internet: qualit&#224 e sicurezza dei contenuti, protezione della privacy e rispetto della sensibilit&#224 dei minori, prevenzione dei virus informatici e delle frodi online, uso didattico della Rete, maggiore diffusione in Italia delle competenze necessarie e della confidenza con il mezzo informatico a tutti i livelli.

“Quasi tutti gli adolescenti in Italia hanno un telefono cellulare – afferma Adiconsum – I telefonini di nuova generazione stanno avendo una enorme diffusione. Soltanto 4 bambini su 10, per&#242, hanno un computer in casa e possono accedere alla rete. Perch&#233? Per la scarsa dimestichezza delle famiglie italiane con l”informatica, per la preoccupazione dei genitori sui rischi di Internet (…) perch&#233 a scuola si fa ancora poco uso delle nuove tecnologie”.

L”associazione dei consumatori approfitta dunque dell”occasione per appellarsi pubblicamente al buon senso di tutta la societ&#224 italiana. Alle famiglie chiede di responsabilizzare i ragazzi senza precludere loro le opportunit&#224 offerte dalla Rete mentre dalla scuola si aspetta una formazione specializzata per l”introduzione delle nuove tecnologie nella didattica, l”acquisto di attrezzature informatiche aggiornate e un supporto vero nella sensibilizzazione delle famiglie sui rischi e le opportunit&#224 di Internet.

Adiconsum si rivolge anche ai fornitori di servizi in Rete e per i provider, operatori che, secondo, devono l¿associazione devono aderire al Safer Internet Day rispettando Il Codice di autoregolamentazione Internet@minori, dando manforte alla Polizia postale nelle indagini sulle attivit&#224 criminose online, offrendo filtri gratuiti alle famiglie e sistemi per una navigazione sicura ed “evitare di ospitare siti che gestiscono dialer“.

Un appello &#232 rivolto anche al governo e al Parlamento, perch&#233 avviino una regolamentazione rigorosa del settore “compatibilmente con i limiti tecnologici e di applicabilit&#224 territoriale delle norme”, l”imposizione di “sanzioni per gli operatori che si comportano scorrettamente e non collaborano in modo sollecito con le indagini di polizia” e l”incentivazione di “comportamenti responsabili verso i diritti dei minori in Rete” da parte dei fornitori di servizi.

Telefono Azzurro nell¿occasione sottolinea come gi&#224 ha fatto pi&#249 volte, il problema della fruizione sicura di questo nuovo mezzo di comunicazione da parte dei bambini e degli adolescenti italiani.

Lucio Stanca, Ministro per l”Innovazione Tecnologica, e Maurizio Gasparri, Ministro delle Comunicazioni, rappresentano l”adesione del nostro governo all”iniziativa.

Telefono Azzurro da sedici anni si impegna per il riconoscimento e l”affermazione del bambino come soggetto e protagonista di diritti anche sul fronte dei vecchi e dei nuovi media. In tale contesto, anche se il Web rappresenta una risorsa, nasconde rischi e insidie soprattutto per i navigatori pi&#249 giovani che, proprio per questo motivo, non dovrebbero fruirne senza l”aiuto e la guida di un adulto.

In questa direzione, l¿Associazione ha avviato, da tempo, numerose collaborazioni sia con il mondo della scuola, sia con le Istituzioni politiche, partecipando, tra l”altro, al gruppo di lavoro per lo sviluppo del Codice di Autoregolamentazione Internet e Minori presentato pochi mesi fa dal Ministero delle Comunicazioni.

Campagna Safer Internet Day e sezioni speciali sul tema della sicurezza in Internet saranno presenti sui portali MSNe Tiscali.

L¿Isp italiano, da sempre impegnato nella promozione e divulgazione di Internet in Europa e, al tempo stesso, anche particolarmente attento alle problematiche della sicurezza in Rete e della salvaguardia dei minori, ha deciso di affiancare Telefono Azzurro e Adiconsum con una campagna banner.

Raffaella Natale

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2021 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia