GB, due anni di prigione a giovane hacker

di |

Europa



Due anni di prigione: &#232 la pena comminata a Simon Vallor, 22 anni, hacker confesso. Il giovane ha ammesso di aver infettato migliaia di computer con virus informatici da lui creati e diffusi sulla rete.

I virus realizzati e inviati sulle caselle postali di tutto il mondo non solo infettavano i sistemi degli ignari destinatari ma venivano anche mandati automaticamente a tutti gli indirizzi contenuti nell”agenda dei contatti.

Vallor, di professione web designer con l”hobby del DJ, &#232 stato ora condannato dalla Corte londinese di Southwark Crown a scontare due anni di prigione. Il giudice Geoffrey Rivlin ritiene, infatti, che la sentenza avr&#224 un effetto deterrente verso questo genere di crimini, sempre pi&#249 popolare tra i ragazzi con la passione dell”informatica.

” A commettere questi reati non sono pi&#249 soltanto i fanatici del Pc…ma criminali esperti che sanno come sfuggire alla giustizia perch&#233 conoscono il loro mezzo a perfezione”

Si calcola che Vallor abbia infettato con i suoi virus – tra cui i famigerati Gokar, Admirer e Redesi – 27.000 computer ed abbia scatenato il chaos in 47 Paesi. Le eMail ingannavano gli utenti con frasi tipo “hai un ammiratore segreto” ma anche con riferimenti all”antica religione neo-pagana Wicca, passione segreta di Vallor.

Il giovane &#232 stato catturato a causa della sua scarsa modestia: gli investigatori lo hanno preso mentre si vantava delle sue imprese in una chat room.
Vallor ha dichiarato in tribunale di essere stato motivato dalla voglia di riuscire nell”impresa di vedere tornare i virus alla sua casella di posta.