Il punto

5G e IoT, sempre più telecom nel futuro di Amazon?

Ecco perché l’accordo siglato fra Amazon e Nokia indica la strada su cui si svilupperanno le nuove soluzioni convergenti sul terreno del 5G e dell’IoT.

di Paolo Anastasio | @PaoloAnastasio1 |

Sempre più Tlc nel futuro di Amazon? Sembra proprio di sì, a giudicare dall’accordo siglato a fine ottobre fra Amazon Web Services e Nokia, una partnership passata sotto traccia che tuttavia potrebbe avere conseguenze importanti per entrambi i player coinvolti soprattutto sul terreno del 5G e dell’Internet of Things.

L’accordo prevede il matrimonio fra la divisione Web Services di Amazon e le soluzioni di networking di Nokia. L’obiettivo è creare un’unica offerta unificata per service provider, grandi aziende, organismi governativi per la prossima generazione di connettività.

 

Convergenza IT e networking

Il senso di questa nuova alleanza sta nel cambiamento in atto sempre più convergente del mondo IT e delle infrastrutture di networking, segnato soprattutto dall’evoluzione delle reti verso il nuovo modello del Software defined networking (Sdn) e del Cloud, due componenti separate che oggi possono essere controllate da un software centrale.

E’ per questo quindi che grandi aziende che dispongono di tecnologie e know how complementari, come Amazon e Nokia, decidano di unire le forze per offrire soluzioni unificate la cliente.

Da un lato, Nokia dispone di tutte le soluzioni hardware e software per le reti wireless, la banda larga fissa, la fibra e la connettività 5G che dovranno funzionare in maniera combianata per il funzionamento delle nuove applicazioni IoT. Dall’altro, Amazon è il player dominante nella fornitura di infrastrutture cloud, ha sviluppato tecnologie per l’intelligenza artificiale, il machine learning, database e software per l’IoT.

Integrare queste diverse componenti avrà quindi dei potenziali vantaggi per il mondo delle imprese, che potranno trovare in un unico punto le soluzioni necessarie per abbracciare l’IoT e il 5G.

 

Nokia sceglie di collaborare

E’ pur vero che fa un certo effetto vedere Nokia, una nobile decaduta del mondo delle Tlc, chiudere un accordo con Amazon che insieme a Facebook e Google di fatto rappresenta la maggior minaccia per la sopravvivenza delle telco classiche. D’altra parte, accettando di collaborare con Amazon Nokia si garantisce la sopravvivenza anche se il suo business hardware tradizionale diventa sempre più una commodity al servizio di un OTT.

 

Amazonification delle Tlc

D’altro canto, per Amazon questo accordo non fa altro che confermare il peso e il ruolo sempre più dominante che l’azienda, già fortissima nel mondo cloud, sta assumendo nell’ecosistema digitale. Portare una ex big delle Tlc come Nokia dalla sua parte è una dimostrazione di forza ulteriore e rende ancor più ampio il raggio di azione dell’azienda di Jeff Bezos.

© 2002-2017 Key4biz

Instant SSL